Faredelbene.net



itinerari -> China Town e i suoi templi affollati


China Town e i suoi templi affollati




10 luoghi da visitare a Singapore 

Panoramica 

Anche questo quartiere è perfettamente integrato con la città e le sue diverse anime. Casette orientali, botteghe di stoffe e sete variopinte, bancarelle di cibo orientale sbruciacchiato, chiacchiere a voce altissima, negozietti fitti fitti di mille cose diverse. Templi su templi, uno attaccato all’altro, pieni di persone e di voci, di piedi scalzi e di fiori. E sullo sfondo i luccicanti e imponenti grattacieli di Singapore.

Dettagli della location & mappa

Chinatown
Singapore

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Il Papa: serve solidariet nel mercato, urgente dare lavoro ai giovani

Troppo spesso la solidariet quasi percepita come una parolaccia nel mondo delleconomia. E quanto affermato da Papa Francesco in un videomessaggio al Festival della Dottrina Sociale, iniziato gioved sera a Verona con un intervento del cardinale Oscar Rodriguez Maradiaga. Il Papa mette laccento sullesigenza di uno sviluppo armonico della societ che non dimentichi giovani e anziani. Quindi, ribadisce che lavoro e dignit della persona camminano assieme e incoraggia, infine, a sostenere le forme cooperative per creare occupazione. Il tema del Festival, giunto alla sua terza edizione, Meno disuguaglianze, pi differenze. La sfera e il poliedro. Papa Francesco fa un paragone con la geometria per parlare di disuguaglianze e differenze: laddove infatti la sfera pu rappresentare lomologazione come una certa globalizzazione, il poliedro, con le sue sfaccettature, rappresenta invece lumanit nella sua pluralit. Il Papa rivolge dunque il pensiero ai giovani e agli anziani, osservando che il riconoscimento delle differenze valorizza le persone, a differenza dellomologazione che rischia di scartarle come vorrebbero logiche produttive di una visione funzionalista della societ. Non dobbiamo dimenticare, avverte, che i giovani e i vecchi portano ciascuno una loro grande ricchezza: ambedue sono il futuro di un popolo: Non ci pu essere sviluppo autentico, n crescita armonica di una societ se viene negata la forza dei giovani e la memoria dei vecchi. Un popolo che non ha cura dei giovani, dei vecchi, non ha futuro. E per questo che dobbiamo fare tutto quanto possibile per evitare che la nostra societ produca uno scarto sociale e dobbiamo impegnarci tutti per tenere viva la memoria, con lo sguardo rivolto al futuro. Il Papa ricorda il dramma della disoccupazione giovanile, evidenziando che in alcuni Paesi si parla del 40% di giovani senza lavoro: Questa unipoteca, unipoteca per un futuro. E se questo non si risolve presto, la sicurezza di un futuro troppo debole o un non-futuro. Papa Francesco rivolge cos il pensiero al contributo che la Dottrina Sociale della Chiesa pu dare in un tempo di crisi economica. E avverte che gli operatori economico-finanziari devono stare attenti a non mettersi a servire il profitto, diventando schiavi del denaro: La Dottrina sociale contiene un patrimonio di riflessioni e di speranza che in grado anche oggi di orientare le persone e di conservarle libere. Occorre coraggio, un pensiero e la forza della fede per stare dentro il mercato, per stare dentro il mercato, guidati da una coscienza che mette al centro la dignit della persona, non lidolo denaro. E annota che se ci si aiuta a vicenda, perseguire il bene comune diventa la scelta che trova riscontro anche nei risultati. La Dottrina sociale sottolinea quando viene vissuta genera speranza e genera la forza per promuovere con il lavoro una nuova giustizia sociale. Lapplicazione della Dottrina sociale, soggiunge il Papa, contiene in s una mistica. Allinizio sembra togliere qualcosa, portando fuori dalle regole del mercato. Ma poi crea invece un grande guadagno, perch richiede di farsi carico dei disoccupati, delle fragilit, delle ingiustizie sociali e non sottost alle distorsioni di una visione economicistica: La Dottrina sociale non sopporta che gli utili siano di chi produce e la questione sociale sia lasciata allo Stato o alle azioni di assistenza e di volontariato. Ecco perch la solidariet una parola chiave della Dottrina sociale. Ma noi, in questo tempo, abbiamo il rischio di toglierla dal dizionario, perch una parola incomoda, ma anche permettetemi quasi una 'parolaccia'. Per leconomia e il mercato, solidariet quasi una parolaccia. Il Papa dedica quindi la parte finale del suo videomessaggio al mondo delle cooperative. Una realt, confida, che lo appassiona fin da quando a 18 anni, nel 1954, aveva sentito suo padre svolgere una conferenza sul cooperativismo cristiano. Quella delle cooperative, afferma, proprio la strada per una uguaglianza nelle differenze, anche se una strada economicamente lenta. Ma, ricorda il Papa, come diceva mio padre va avanti lentamente, ma sicura: Il lavoro troppo importante. Lavoro e dignit della persona camminano di pari passo. La solidariet va applicata anche per garantire il lavoro; la cooperazione rappresenta un elemento importante per assicurare la pluralit di presenze tra i datori del mercato. Oggi la riflessione del Papa essa oggetto di qualche incomprensione anche a livello europeo. E tuttavia, afferma, ritengo che non considerare attuale questa forma di presenza nel mondo produttivo costituisca un impoverimento che lascia spazio alle omologazioni e non promuove le differenze e lidentit: Oggi, questo di estrema attualit e spinge la cooperazione a diventare un soggetto in grado di pensare alle nuove forme di Welfare. Il mio auspicio che possiate rivestire di novit la continuit. E cos imitiamo anche il Signore, che sempre ci fa andare avanti con sorprese, con le novit.




Categorie

scuola
scuola
lavori creativi
lavori creativi
beneficenza
beneficenza
significato sogni
significato sogni
autismo
autismo
cucina
cucina
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
simboli e archetipi
simboli e archetipi
mamme
mamme
psicosomatica
psicosomatica
donna
donna
curiosit
curiosit
tradizioni
tradizioni
stile & bon ton
stile & bon ton
storia
storia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!