Faredelbene.net



itinerari -> Taj Mahal


Taj Mahal




I 10 luoghi da visitare a New Delhi 

 

Panormica 

Tappa fondamentale è la città di Agra, distante 200 km dalla capitale, dove si può ammirare una delle più grandi sette meraviglie del mondo: il Taj Mahal, mausoleo costruito nel 1632 per volontà dell'imperatore moghul (la più grande dinastia imperiale durante la dominazione islamica) Shah Jahan in memoria della moglie Arjumand Banu Begum.

Dettagli della location & mappa

Taj Mahal
Indirizzo:
Agra Uttar
Pradesh
282001
India

Telefono: +91 562 222 6431

Sito Web: http://www.tajmahal.gov.in/

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Meditazione: Sguardo Globale

Metodo praticato in oriente,e pratico mezzo per sviluppare consapevolezza. Inizialmente si può praticare nei momenti liberi, come una meditazione statica, per poi integrarlo nella vita quotidiana. Seduto o mentre stai facendo qualsiasi cosa, inizia a respirare profondamente e sentiti centrato, totalmente immerso nel momento presente. Poi si passa all’esercizio vero e proprio che da principio, per prendere dimestichezza con questo tipo di sguardo, si può fare osservando un oggetto o la tua stessa mano. Metti la mano di fronte a te (o un oggetto che hai scelto) ed inizia a guardarla in ogni sua parte, nel caso della mano osserva le dita, le linee di cui è composta e se hai un anello guarda anche quello. Trascorri qualche minuto a guardare la mano dettaglio per dettaglio, attento a ciascun pensiero o emozione che in quel momento emerge. In seguito respira ancora lentamente e profondamente, portando di nuovo la tua consapevolezza alla mano, ma questa volta osservandola come un tutto, con lo sguardo sfocato, che abbracci l’intera mano senza concentrarsi sui particolari. Lascia che gli occhi diventino morbidi, ricettivi, in modo che la tu possa vedere le dita, il palmo, l’intera mano simultaneamente, senza focalizzare la vista in alcun punto. Anche mentre guardi in questo modo osserva te stesso: se senti gli occhi in modo diverso, se il respiro è cambiato, se sei più rilassato e presta attenzione ai pensieri, sensazioni o emozioni che attraversano la tua consapevolezza. Puoi continuare a passare da uno sguardo all’altro ed in questo modo notare i cambiamenti.
.
Generalmente, quando le persone guardano l’oggetto nel dettaglio, sperimentano una tensione del corpo e un maggior senso di concentrazione verso l’oggetto stesso, la mente tende ad essere più attiva, ci si sente più critici nei confronti dell’oggetto e spesso si sperimenta un maggior senso di separazione tra loro e l’oggetto. Quando passano allo sguardo globale, invece, molti riferiscono di sentirsi molto più rilassati, che il respiro diventa più profondo, lento, diminuisce la tensione, si prova accettazione verso l’oggetto ed alcuni riescono a percepire una profonda comunione con esso. Metafisicamente esiste una differenza sostanziale tra ciò che accade quando si guarda con la vista focalizzata e quando si sperimenta lo sguardo d’insieme: nel primo caso avviene che l’energia fuoriesce in direzione dell’oggetto osservato, mentre invece, nello sguardo globale, l’energia smette di fuoriuscire e torna all’interno, creando un’armoniosa circolazione d’energia che stimola la consapevolezza del centro energetico del cuore e di quelli superiori.
.
Dopo aver sperimentato questo sguardo con la mano, oggetti, oppure amici, si può passare a introdurre la tecnica nel quotidiano, praticandola in ogni momento del giorno e della notte, qualsiasi cosa stiamo facendo. Guardando un bel panorama, o un tramonto con lo sguardo globale, si provano sensazioni molto profonde, ci si sente uniti ad esso in un modo che esula dall’ordinario. Un altro aspetto di questa tecnica è guardare le persone intorno a te con lo sguardo d’insieme e si può fare in ufficio, al supermercato, in autobus oppure in un occasione pubblica, osservando contemporaneamente anche te stesso. 





Categorie

io non ci sto
io non ci sto
salute
salute
arte
arte
misteri e paranormale
misteri e paranormale
bambini
bambini
antroposofia
antroposofia
musica
musica
simboli e archetipi
simboli e archetipi
beneficenza
beneficenza
scienza
scienza
tradizioni
tradizioni
donna
donna
lingua italiana
lingua italiana
letteratura
letteratura
fisica quantistica
fisica quantistica


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!