Faredelbene.net



fisica quantistica -> Lesercizio dei 101 desideri di Igor Sibaldi


Lesercizio dei 101 desideri di Igor Sibaldi




Avete mai sentito parlare della legge dell’attrazione?

Riuscite a rendervi conto di quanto il nostro cervello è inscatolato da condizionamenti famigliari, dalla società e dalla religione? Come riusciamo a trovare il nostro vero Io e a sentirci più liberi?
Queste domande mi hanno portato a riflettere e a cercare.
Da alcuni mesi ho deciso di dedicare parte del mio tempo a guardare video che riescono a fornire parecchi spunti sul modo di vedere e vivere la vita, sul modo di affrontare i problemi e le avversità. Uno degli ultimi video mi ha affascinato e voglio raccontarvelo. Vorrei parlarvi di Igor Sibaldi, studioso di teologia e di storia delle religioni. A mio avviso ha il giusto humor per affrontare queste tematiche che spesso spaventano: lavorare dentro di noi e scavare all’interno del Sè più profondo spesso infatti spaventa e fa indietreggiare. Igor a mio avviso ha il giusto approccio a questo tipo di riflessioni e regala esercizi pratici che noi, se vogliamo, possiamo attuare e scoprire di conseguenza quanto possano essere efficaci.

Vi racconterò in breve, giusto per incuriosirvi di cosa parlano questi esercizi, poi vi mostrerò il filmato dove potrete trovare Igor che racconta nel dettaglio come potere fare l’esercizio dei 101 desideri.
Per prima cosa procuratevi due quaderni, uno di bella ed uno di brutta. Nel quaderno di brutta scriviamo 150 desideri. Attenzione: mica è cosi semplice; io sono tre giorni che ci sto pensando e più di 50 desideri non riesco a scrivere …dovrò impegnarmi di più!

Per scrivere questi desideri dobbiamo tenere presente 10 importanti regole:


1 Tutti i desideri devono iniziare con IO VOGLIO, non con io desidero: sono due cose completamente diverse
2 Non si utilizza la parola NON
3 Ogni desiderio deve contenere un massimo di 14 parole (io voglio e tutte le punteggiature sono comprese)
4 Non chiedete di amare o di fare sesso con persone precise (nel filmato piangerete dal ridere: Igor spiega il perchè)
5 Non  fate paragoni
6 Niente desideri seriali
7 Non si possono chiedere soldi
8 Non scrivere desideri per altri, solo per se stessi
9 Evitare i diminutivi
10 Mettere anche desideri assurdi (io su questo punto ci devo lavorare , cosi arrivo anche io ai 150!)
Dopodichè  tra questi 150 desideri  dovete sceglierne 101 e trascriverli sul quaderno di bella, lasciando qualche riga di spazio tra un desiderio e l’altro. Ogni giorno per i 365 giorni dell’anno leggiamoli, bastano 5 minuti al giorno!
Piano piano che i desideri si realizzano (vi garantisco che alcuni si realizzeranno dopo breve tempo), cancellateli e sotto quel desiderio scrivetene subito un altro cosi da avere sempre 101 desideri per tutti i 365 giorni dell’anno.
Come dichiara lo stesso Igor Sibaldi nel suo libro “Il frutto proibito della conoscenza” “ogni desiderio che noi riusciamo ad esprimere è una sorta di premonizione: non si tratta cioè del frutto della nostra fantasia, ma di un improvviso estendersi della nostra percezione, fino a cogliere nel futuro una qualche occasione che sta venendo proprio verso di noi e che può servire al proprio sviluppo interiore. E ciò che chiamiamo “desiderare”  in realtà è il modo in cui questa nostra percezione più estesa cerca di annunciare alla nostra razionalità quelle occasioni che ha intravisto nell’avvenire, e di convincerla a non opporre resistenza e a non distrarsi, quando quelle occasioni arriveranno bensì a farsi avanti e ad afferrarle”.
dream
E ancora nel suo libro dichiara “I desideri devono essere, ripeto, 101: un bel numero orientale, che raffigura simbolicamente un intero grande (100) ma aperto, grazie a quell’1 in più, verso ulteriori sviluppi”.

Fonte eticamente.net
 

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
coppia
coppia
amore e dintorni
amore e dintorni
stile & bon ton
stile & bon ton
curiosit
curiosit
cucina
cucina
attualit
attualit
filosofia
filosofia
tradizioni
tradizioni
Vini e dintorni
Vini e dintorni
medicina naturale
medicina naturale
artisti
artisti
scuola
scuola
bambini
bambini
musica
musica


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!