Faredelbene.net



donna -> Studio sulle fasi di vita di una donna, et per et


Studio sulle fasi di vita di una donna, et per et




Siamo complicate, è proprio vero, ma questo studio mostra come sia la vita, di una donna, a renderci così

Ogni età ha le sue preoccupazioni, le sue fasi, le sue crescite, i suoi amori. Così dice questo studio secondo il quale l’età più felice per una donna arriva a 34 anni, età nella quale si sente completa a livello professionale e privato, ma prima, ci sono altre fasi della vita, come la perdita della verginità intorno ai 16 e la scoperta del vero amore intorno ai 27.

Secondo gli scienziati della University of London, infatti, la vita di una donna, quindi, è fatta di fasi importanti, eccole:

12 anni:

Con l’arrivo delle mestruazioni

14 anni:

Che segnano la prima delusione amorosa, i primi scontri con i genitori e i conflitti familiari per la voglia di crescere

16 anni:

Ossia la perdita della verginità, un anno dopo il primo bacio, in media, che le ragazzine danno a 15 anni

18 anni:

Età in cui una giovane donna ha ormai un vissuto sessuale sufficiente per godersi il suo primo orgasmo con un partner

20 anni:

L’arrivo della prima relazione duratura e dei primi lavori retribuiti che la introducono verso la vita autonoma

22 anni:

La ricerca di sensazioni forti, amori proibiti, cibi e posti nuovi

25 anni:

Arriva la crisi, secondo gli studiosi, il punto più basso per la fiducia sessuale di una donna, a causa di preoccupazioni legate ai cambiamenti fisici e al confronto ( spietato) con le altre donne

27 anni:

È l’età in cui le donne tendono a sistemarsi e pensano a trovare l’uomo giusto

28 anni:

È l’età in cui hanno più probabilità di tradire i loro partner.

29 anni:

L’età migliore per una donna per mettere su casa con il partner o programmare una famiglia

30 anni:

È l’età più comune nella quale una donna di sposa, nel Regno Unito, e le statistiche ufficiali dicono che è anche l’età media per avere il primo figlio

32 anni:

Dopo anni di prove e riprove, sarebbe questa l’età in cui la donna trova il suo giusto e definitivo taglio di capelli.

34 anni:

Sarebbe l’età migliore per partorire. Alcuni sociologi analissando le esperienze di parto di 3.000 donne per il Journal of Healthhanno verificato che a questa età ci sarebbero meno complicazioni nel corso della gestazione e del parto,perché la donna ha la stabilità emotiva e finanziaria che la renderebbero tranquilla. Sarebbe quindi questa l’età più felice per lei.

35 anni:

La mamma inizia a doversi destreggiare tra lavoro e genitorialità, ed è questa l’età in cui le donne si sentono più stressate. Questa è anche l’età nella quale è più probabile che una donna inizi un percorso di Fecondazione assistita secondo l’Autorità Human Fertilisation and Embryology.

38 anni:

È l’età migliore per fare una pausa dal lavoro e per fare un lungo viaggio. I ricercatori hanno scoperto che a questa età le donne si sentono finanziariamente stabili e sufficientemente sicure per concedersi una pausa, senza che la loro carriera ne paghi il prezzo.

39 anni:

La donna media a questa età guadagna di più di quanto guadagnerà in tutto il resto della sua vita

40 anni:

È il momento in cui la vita ricomincia, e c’è la più alta probabilità di divorziare, secondo l’Ufficio per le statistiche nazionali inglese, per gli uomini l’età sale a 43

47 anni:

Sarebbe l’età nella quale la maggior parte delle donne si sente più a proprio agio in bikini ma è anche l’età in cui le donne capiscono che gli uomini, per strada, non le guardano più come facevano in passato.

49 anni:

Si ritorna nella “fase Peter Pan”, dato che le donne a questa età hanno la più alta probabilità di diventare nonne per la prima volta. In tutta la vita, la nonna media avrà 4.07 nipoti.

50 anni:

È l’età media in cui le donne si liberano di ogni debito, grazie ad un aumento di stipendio o all’arrivo di una eredità. Ma c’è anche l’altro lato della medaglia: i segni visibili di vecchiaia stanno avanzando rapidamente. Mentre gli uomini tendono ad ingrigirsi solo sulle tempie a 50 anni, secondo uno studio pubblicato dal British Journal of Dermatology, tra il 63 e il 78% delle donne hanno già tutti i capelli grigi.

51 anni:

E’ l’età media in cui una donna va in menopausa e, coincidenza o no, sentono anche di essere diventate invisibili agli uomini.

52 anni:

Secondo Magazine Saga questo è il momento in cui le donne sono più propense a pensare di svolgere una operazione di chirurgia plastica, come il lifting.

55 anni:

Uno studio dell’Università di Londra, che ha seguito la vita di più di 17.000 donne nate nella stessa settimana ha rilevato che le donne di 55 anni iniziano a sentirsi responsabili per i parenti, sia più giovani che più anziani. Inoltre, 55 è anche l’età media dei milionari inglesi, e circa il 40 % di queste sono donne.

58 anni:

È l’età in cui le donne sentono di aver finalmente ottenuto l’equilibrio tra lavoro e vita privata. Uno studio dimostra che a questa età le pause pranzo si allungano, le ore di straordinario si accorciano e si prendono più tempo libero per godersi la vita.

60 anni:

Le donne si rilassano e fanno molto sesso. 37% delle donne
sposate con oltre 60 anni fa l’amore almeno una volta alla settimana, 16% addirittura più volte a settimana.

63 anni:

È l’età media in cui una donna va in pensione, gli uomini invece continuano almeno fino a 64 anni e sette mesi.

65 anni:

Uno studio di Age UK ha rilevato che quasi una donna su dieci sarebbe pronta a questa età ad intraprendere un nuovo rapporto amoroso. E una su otto, ossia il 12 %, ammette di voler provare cose nuove a letto con il proprio partner.

82 anni:

È l’aspettativa di vita femminile, in aumento di quasi 12 mesi rispetto al 2007 e quasi quattro anni più degli uomini.

Fonte: Daily Mail

Autore: Aurora Sculdieri 

Editore: http://culture.you-ng.it/

Link: http://culture.you-ng.it/2015/04/10/studio-sulle-fasi-di-vita-di-una-donna-eta-per-eta/

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

bambini
bambini
sesso
sesso
attualit
attualit
amore e dintorni
amore e dintorni
simboli e archetipi
simboli e archetipi
tradizioni
tradizioni
libri e recensioni
libri e recensioni
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
riflessioni
riflessioni
misteri e paranormale
misteri e paranormale
astrologia
astrologia
artisti
artisti
salute
salute
cucina
cucina
curiosit
curiosit


Leggi Anche..

La vita dopo la morte
Data: 2014-08-27

Mangia al tavolo con la foto della moglie morta. Il nonno vedovo commuove il web
Data: 2014-10-27

Il sesso tantrico e le quattro chiavi del piacere
Data: 2014-10-05

Il potere del perdono
Data: 2015-05-13

Mamme guerriere, ecco il decalogo per sopravvivere allo stress
Data: 2014-10-09

Nuvaring, l'anticoncezionale dagli effetti collaterali catastrofici
Data: 2015-05-11

Karma e Reincarnazione
Data: 2014-08-24

Secondo il neurologo la morte non cos male
Data: 2014-08-24

Tiroide: tumori in aumento, con diagnosi precoce 95% di guarigioni
Data: 2014-07-09

L'erotismo
Data: 2014-11-07





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!