Faredelbene.net



diete -> Dimagrire con la dieta verde in 15 giorni


Dimagrire con la dieta verde in 15 giorni




Si può perdere peso in modo sano, senza troppi sacrifici e senza patire la fame, ma, al tempo stesso, nutrendo l' organismo, scegliendo gli alimenti giusti, riuscirete a predere peso in 15 giorni, riducendo i grassi accumulati e il girovita, sentendovi leggeri e pieni di vitalità

Perdere peso in modo sano vi aiuterà a cambiare alcune delle vostre abitudini, a scoprire nuovi alimenti e nuove combinazioni, oltre ad evitare il temutissimo effetto rebound, cioè riprendere i chili persi. Scoprite come perdere peso in 15 giorni seguendo la dieta verde che vi illustriamo in questo articolo ed imparate a trarre beneficio dagli alimenti verdi.

Perché una dieta verde?
Il verde, colore della natura, è il colore del fegato, un organo fondamentale per la salute, per depurare le tossine e per assimilare correttamente i grassi. Le verdure di questo colore, inoltre, apportano una grande quantità di acido folico, magnesio e clorofilla che non faranno altro che rendere la dieta più efficace e migliorare la vostra salute, grazie ai seguenti benefici:

Migliorano il funzionamento del fegato e della digestione in generale.
Prevengono la stitichezza.
Prevengono le malattie cardiovascolari.
Puliscono l’organismo dalle tossine.
Migliorano la vista.
Garantiscono la buona salute del feto durante la gravidanza.
Mantengono bianche le ossa, i muscoli e i denti.
Se consumati regolarmente, inoltre, questi alimenti sono in grado di bruciare più calorie di quelle che contengono, quindi è un’ottima idea aggiungerli alla vostra dieta quotidiana.

Sapevate che il limone e lo zenzero sono due alimenti ideali per perdere peso in modo efficace? Scoprite come leggendo questo articolo: Zenzero e limone: una combinazione perfetta per dimagrire.

Perché 15 giorni?
Due settimane sono il tempo che il vostro organismo impiega per notare il cambiamento. I primi giorni potreste manifestare alcuni effetti collaterali, come mal di testa, stitichezza o malessere, dovuti alla necessità del corpo di depurarsi dalle tossine. Tuttavia, dopo una settimana, inizierete a notare i benefici di questa dieta verde, vi sentirete più leggeri e pieni di energie.

Ad ogni modo, in 15 giorni non perderete molto peso, perché si tratta di una dieta salutare. Se dopo queste due settimane continuate a seguire una parte della dieta verde, quella che vi è piaciuta di più, non recupererete il peso che avrete perso. In questo modo, cambierete le vostre abitudini a cui il vostro corpo si abituerà in maniera graduale e positiva.

Colazione verde
Il primo pasto del giorno è fondamentale. Di fatto, non bisognerebbe saltare nessun pasto.


Ogni mattina potete preparare un delizioso e sorprendente frullato verde. Non spaventatevi per il colore, il sapore assomiglierà a quello di qualsiasi altro frullato di frutta, ma con molte più sostanze nutrienti.

È importante non rimanere con la sensazione di fame, quindi se necessario, aumentate le dosi del frullato.

Ingredienti del frullato:

1/2 avocado maturo
1/2 kiwi
Una manciata di foglie tenere di spinaci
Qualche foglia fresca di sedano
1/2 cucchiaino di spirulina in polvere (2,5 g)
1/2 banana matura
Un cucchiaio di olio di cocco (15 g)
Un po’ d’acqua, bevanda a base di avena o succo naturale senza zucchero
Frullate per bene tutti gli ingredienti. Una volta pronto il frullato, bevetelo lentamente, gustandovi il sapore.

A metà mattina potete bere una tazza di infuso di tè verde o di tè rosso, mangiare un frutto o una manciata di frutta secca.

Pranzo verde
La parte verde del pranzo consiste nel mangiare sempre un’insalata come primo piatto, da preparare con i seguenti ingredienti:

Vari tipi di ortaggi a foglia verde: lattuga, indivia, scarola, rucola, crescione, valeriana, etc.
Carota
Pomodoro
Cetriolo
Peperone
Semi di girasole o di zucca
Germogli di erba medica
Come secondo, potete scegliere una di queste alternative:

Carne magra di pollo o tacchino
Pesce
Uova
Legumi
Riso integrale, quinoa o miglio
Cercate di evitare il dessert, ma se sentite la necessità di mangiare qualcosa di dolce, optate per una mela o una pera, oppure per una salsa fatta in casa con uno di questi due frutti.

Cena verde
Per cena potete preparare come primo piatto una vellutata di verde, utilizzando a scelta uno di questi ortaggi:

Spinaci
Bietola
Zucchine
Peperone verde
Porro
Prezzemolo
Sedano
Carciofi
Piselli
Oltre a queste verdure, potete aggiungerne altre di altri colori, così come una manciata di fiocchi d’avena che daranno cremosità e consistenza alla vostra vellutata.

Come secondo piatto, scegliete alimenti con proteine leggere, preferibilmente uova o pesce.

Consigli finali
Non dimenticate le regole generali di qualsiasi dieta:

Bere almeno 2 litri di acqua lontano dai pasti.
Masticare bene gli alimenti.
Non cenare troppo tardi o troppo in abbondanza.
Fare attività fisica almeno tre volte alla settimana.

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

psicologia
psicologia
artisti
artisti
fisica quantistica
fisica quantistica
scomode verit
scomode verit
autismo
autismo
astrologia
astrologia
letteratura
letteratura
significato dei colori
significato dei colori
misteri e paranormale
misteri e paranormale
storia
storia
beneficenza
beneficenza
miti e leggende
miti e leggende
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
psicosomatica
psicosomatica
libri e recensioni
libri e recensioni


Leggi Anche..

Zenzero per curare lo stomaco e sciogliere il grasso addominale
Data: 2015-01-09

Frutti esotici per dimagrire
Data: 2015-06-03

Lo sapevi che possibile dimagrire con la menta? Questo e tanti altri benefici
Data: 2015-03-11

Betulla e Stevia per spegnere la voglia di zuccheri
Data: 2014-10-14

Carne, uova e formaggi fanno male alla salute come il fumo
Data: 2014-09-10

Dieta della mela: dimagrisci in soli tre giorni
Data: 2015-04-13

Maniglie dell'amore. Le cattive abitudini da eliminare per tornare in forma
Data: 2014-07-30

Dimmi come mangi le castagne e ti dir che intestino hai
Data: 2015-11-06

Pi leggeri con la dieta del finocchio
Data: 2015-01-23

Il trucco per non ingrassare, pi calorie a pranzo e meno a cena
Data: 2014-06-28





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!