Faredelbene.net



diete -> Perdi subito 3 chili col menu di primavera


Perdi subito 3 chili col menu di primavera




15 giorni per riaccendere il metabolismo col menu di primavera

Non ce la fai a seguire la dieta? Provala anche solo per 2 giorni: sarà già sufficiente per iniziare a smuovere l’adipe

Qui troverai le indicazioni per cucinare il tuo menu rivitalizzante a base di enzimi, germogli e clorofilla. Se segui i nostri consigli ai pasti e/o a merenda per sole 2 settimane, ti disintossichi e puoi perdere fino a una taglia. In più, se proprio non te la senti di applicare la dieta per 15 giorni, basterà seguire il nostro menu per soli 2 giorni per scongiurare l’ingrassamento.

Con i gustosi abbinamenti di enzimi, germogli e clorofilla inizi subito a dimagrire

La colazione: abbondante e ricca di fibre, sazia e sveglia il metabolismo

– Uno yogurt bianco parzialmente scremato da 125-250 g.

– 150-200 g di frutta esotica (mango, papaia, ananas, che sono straricchi di enzimi) a cubetti con qualche fogliolina di menta fresca (riattiva la digestione).

– Un bicchiere di orzo pre-germogliato oppure una tazza grande di caffè d’orzo con un cucchiaino di miele di tarassaco (drenante) o un cucchiaino di malto di cereali (rimineralizzante e anti smagliature).

Il consiglio in più

Aggiungi 2 cucchiai di mandorle sgusciate (non spelate) allo yogurt: contengono grassi “buoni” che lubrificano l’intestino e sgonfiano la pancia; in alternativa, 3 frollini integrali o una fetta di pane di segale con miele.

Il pranzo: introduci proteine rassodanti e sostanze antiossidanti e bruciagrassi

Inizia con un’insalata di lattuga, rucola, radicchio verde, cetrioli oppure cipolle o broccoli crudi (tagliati molto fini) germogli (fieno greco, finocchio, soia), condita con un cucchiaino di olio extravergine di oliva. All’insalata aggiungi una scatoletta di tonno al naturale o un uovo sodo oppure un formaggino magro di capra per bilanciare la quota di proteine. Accompagna con una fetta di pane di segale. Puoi concludere con uno yogurt bianco parzialmente scremato con un cucchiaino di miele.

Il consiglio in più

In alternativa all’insalata mista, mangia del riso integrale con piselli o lenticchie oppure una coppa di fave sbollentate con 80 g di pecorino: è un abbinamento che “riempie” ma è facile da digerire.

La cena: fai scorta di vitamine, stimoli il circolo e ti sgonfi

Prepara un brodo di clorofilla facendo bollire per un minuto mezza tazza di foglie verdi tagliate sottili (spinaci, bietole, catalogna) in 300 ml di acqua non salata. Puoi aggiungere un pugno di cereali integrali (riso o orzo) o una porzione (150 g) di tofu tagliato a cubetti o ancora 100-150 g di germogli e una bustina di zafferano. Termina con una fetta da 50 g di pane di segale spalmato con un velo di miele di castagno (tonifica la circolazione) e un cucchiaino di polline (rassodante).

Il consiglio in più

Se hai fame, oltre alla zuppa mangia un trancio di salmone al forno con un battuto di basilico e un’insalata di germogli: è super rassodante.

Gli spuntini: soddisfi la voglia di dolce e non accumuli un etto

A metà mattinata e a metà pomeriggio consuma un frutto di stagione con un cucchiaio di mandorle o noci: placano la fame senza gonfiare la pancia. Puoi consumarle sotto forma di macedonia aggiungendo del succo fresco di limone e guarnendo con alcune foglioline di menta fresca.

Il consiglio in più

Mangia almeno tre porzioni di frutta al giorno, una delle quali sarà composta da frutta esotica (ananas, papaia, mango); però  non associare la frutta a pane, biscotti o zucchero, per evitare l’eccessiva fermentazione intestinale.

Cosa ottieni dopo la cura

– Ti senti più leggera, più energica e meno “pesante”.

– Anche se ti capita di mangiare più del dovuto, non ingrassi (o ingrassi comunque di meno).

– Svaniscono i cuscinetti e i gonfiori sul punto vita e nella parte bassa del corpo.

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
itinerari
itinerari
misteri e paranormale
misteri e paranormale
animali
animali
attualit
attualit
casa
casa
bambini
bambini
pedagogia
pedagogia
astrologia
astrologia
vegan & co.
vegan & co.
lavori creativi
lavori creativi
Vini e dintorni
Vini e dintorni
simboli e archetipi
simboli e archetipi
io non ci sto
io non ci sto
fisica quantistica
fisica quantistica


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!