Faredelbene.net



curiosit -> Figli unici, i falsi miti da sfatare: 10 motivi semiseri per amarli


Figli unici, i falsi miti da sfatare: 10 motivi semiseri per amarli




Il figlio unico è tradizionalmente percepito come un creatura sfortunata e maligna. In realtà il figlio unico ha un ricco ventaglio di pregi tutt’altro che banali, ecco una lista di virtù che abbondano nell’animo malinconico di questa specie

La vita del figlio unico è complessa. Per colpa degli altri. Il figlio unico è bombardato dallo stereotipo del viziato che lo insegue e, a valanga, si trascina una serie di detriti di psicologia spiccia duri a morire. Il figlio unico è, per antonomasia, dipinto come un viziato, sociopatico, spocchioso, narciso e ambizioso. In realtà la questione è ben più sottile e subdola, il mondo è pieno di sociopatici, viziati, spocchiosi ma se non hanno la sfiga di essere figli unici la cosa viene considerata come un semplice corollario di difetti. Se le medesime caratteristiche si manifestano nel figlio unico tutti annuiscono pensando “Vabbè è figlio unico, era inevitabile.”

Ecco dieci cose che vi faranno riconsiderare questa specie, del tutto onorevole, che necessita di essere riabilitata. Perché anche Charlie – il protagonista di Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato – e lo stesso Oliver Twist erano due figli unici, a testimonianza di quanto il figlio unico possa essere un pezzente senza grandi pretese.

1- Il figlio unico non è viziato necessariamente. La povertà è democratica.

2 - Il figlio unico ha passato l’infanzia ad inventarsi amici immaginari, perciò se gli tocca stare da solo, inaspettatamente, non va in crisi perché ha un esercito di vecchie conoscenze nel cassetto da rispolverare.

3 - Il figlio unico non si spaventa quando il suo partner gli confessa di avere bisogno di maggiore spazio, silenzio e autonomia. Non vedeva l’ora di avere di nuovo la camera tutta per sé.

4 - Il figlio unico ha molta fantasia, che è l’alternativa obbligatoria per gli sfigati.

5 - Il figlio unico ha grande cura degli amici perché non ha un fratello che gli voglia bene inevitabilmente, senza alcun merito. Quindi un fratello, il figlio unico, se lo deve guadagnare.

6 - Il figlio unico sviluppa, spesso, una forte inclinazione alla malinconia. E la malinconia è tanto fastidiosa per chi la vive quanto irresistibile per chi la osserva da lontano, a distanza di sicurezza.

7 - Il figlio unico non ha mai aperto un tavolo espandibile, quando lo farà sarà una prima volta imperdibile da gustarsi.

8 - Il figlio unico difficilmente è cafone e rumoroso perché è abituato alle atmosfere ovattate e sussurrate della sua cameretta silenziosa.

9 - Il figlio unico è dannatamente responsabile: su di lui, inevitabilmente, si sono concentrate tutte le aspirazioni dei genitori. Laddove un fratello può andare male in matematica, tanto c’è l’altro che compensa la lacuna e gratifica il padre ingegnere, al figlio unico tocca l’infame consapevolezza di essere l’unica fonte di orgoglio per i propri genitori.

10 - Il figlio unico sa cosa voglia dire non aver bisogno del secondo joystick e non ha mai capito a cosa servisse anche il personaggio di Luigi in Super Mario. 

da Valeria Panzeri

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
diete
diete
pedagogia
pedagogia
psicosomatica
psicosomatica
bambini
bambini
artisti
artisti
libri e recensioni
libri e recensioni
antroposofia
antroposofia
tecnologia
tecnologia
animali
animali
scienza
scienza
storia
storia
medicina naturale
medicina naturale
simboli e archetipi
simboli e archetipi
itinerari
itinerari


Leggi Anche..

Il matrimonio? Senza figli pi felice. Ma...
Data: 2014-09-13

Accordata adozione ad una coppia gay. Il primo caso in Italia.
Data: 2014-08-30

La gravidanza
Data: 2014-09-15

Labbraccio di una madre per tornare a vivere
Data: 2016-01-12

Gli 11 falsi miti sullorgasmo femminile a cui forse hai creduto anche tu
Data: 2015-04-27

Uovo di Pasqua Fatto in Casa Senza Stampo
Data: 2015-03-24

Vetri Puliti Senza Aloni: Detersivo Fai da Te
Data: 2015-03-24

5 maschere fai da te per i tuoi capelli
Data: 2015-03-31

7 cibi da evitare assolutamente prima di andare a dormire
Data: 2014-10-14

Per il 68% degli italiani i cani e i gatti sono come figli
Data: 2014-12-06





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!