Faredelbene.net



curiosit -> Come fanno le api a produrre miele?


Come fanno le api a produrre miele?




Le materie prime per il miele sono sostanze zuccherine reperibili in natura

Nettare dei fiori o melata, una secrezione prodotta da insetti che si nutrono della linfa delle piante. Sono raccolte dalle api bottinatrici, che le immagazzinano nella borsa melaria. La tasca ha una capacità di circa 70 milligrammi. Tornate al favo, le bottinatrici passano il carico alle operaie e il nettare viene trasferito da un ape all’altra. A ogni passaggio è arricchito con le secrezioni della bocca, ricche di enzimi. Le operaie depongono la goccia in una cella e, agitando le ali, fanno evaporare l’acqua in eccesso. Grazie agli enzimi della saliva, il miele matura e dopo qualche giorno è pronto. Altri apidi (la famiglia delle api) possono produrre miele: sono il bombo (Bombus terrestris) e l’anthophora (Anthophora acervorum).

www.focus.it

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

A proposito di PERDONO

Prendetevi un momento per onorare vostro padre e vostra madre,
che siano vivi o meno,
che credano o meno in queste cose o
che siano stati buoni con voi oppure no.

Ringraziateli per avervi portato qui.

Perché, dall’altra parte del velo, miei cari, ancora prima di arrivare qua, essi sapevano che cosa stavano facendo. C’era un potenziale di quando la loro biologia si sarebbe unita e avrebbe riportato la vostra vecchia anima su questo pianeta, di proposito.

Kryon

 


Per quanto terribile possa essere stato il rapporto con i nostri genitori,  arriva un momento in cui noi cominciamo a perdonarli, grazie anche ad una nostra maturazione frutto del percorso di crescita e conoscenza di noi stessi. non possiamo negare la tenerezza che ci ispirano, soprattutto nella malattia, sono indifesi, sembrano dei bimbi… non si può fare a meno di perdonarli.

Essi sono il frutto delle loro esperienze, donano a noi, nel bene e nel male, ciò che hanno ricevuto, ciò che è nel limite della loro capacità, educazione, ambiente e conoscenza ecc.
Il nostro percorso di consapevolezza è proprio nel perdono che viene messo alla prova, chi è sul cammino ha iniziato molto presto ad affrontare delle prove, con genitori difficili ed infanzie difficili, anche perchè, ammettiamolo, i ribelli hanno caratteri difficili!

Eppure nel momento in cui li perdoniamo, se il perdono è veramente sentito come totale assenza di recriminazioni, succede il miracolo, se siamo presenti nel qui e ora,  potremo cogliere nel loro sguardo quella tenerezza ed ammirazione che mai ci erano state donate prima, potrebbe accaderci di sentire delle frasi che da una vita attendevamo uscissero da quelle labbra.

Anche il genitore più coriaceo, duro ed inflessibile, può donarci questo miracolo ma dobbiamo essere presenti in quel momento e saper cogliere il suo Amore, potrebbe essere solo una sfumatura nel tono della voce, oppure la meravigliosa tenerezza del suo sguardo; regalo inestimabile, gioia e accettazione, meraviglioso frutto del nostro Perdono e poi la nostra Gratitudine amplificherà il risultato!

Fonte visionealchemica.com





Categorie

bonus e incentivi
bonus e incentivi
animali
animali
filosofia
filosofia
numerologia
numerologia
casa
casa
artisti
artisti
diete
diete
sesso
sesso
fisica quantistica
fisica quantistica
pedagogia
pedagogia
medicina
medicina
riflessioni
riflessioni
libri e recensioni
libri e recensioni
news
news
simboli e archetipi
simboli e archetipi


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!