Faredelbene.net



cucina -> primi -> Pappardelle al tartufo e crema di mascarpone


Pappardelle al tartufo e crema di mascarpone




Le pappardelle al tartufo e crema al mascarpone sono un gustoso primo piatto, ottimo da preparare per le occasioni speciali e per coccolarsi un pò quando più ci va!

Le pappardelle infatti  vengono impreziosite dal re dei tuberi: il tartufo, che viene tagliato in scaglie sottili e aggiunto alla crema di mascarpone.  
L'aroma fruttato e speziato  del tartufo si sposa bene con il sapore cremoso e delicato del mascarpone, creando  un mix assai goloso per creare un piatto raffinato e  al tempo stesso molto semplice e veloce da preparare.
 
Ingredienti
Olio di oliva extravergine 2 cucchiai
Sale q.b.
Acciughe (alici) 5 filetti sott'olio
Aglio 1 spicchio
Pasta pappardelle all'uovo 330 g
Tartufi già puliti 40 gr
mascarpone 250 gr
 
Per preparare le pappardelle al tartufo con crema di mascarpone fate appassire a fuoco dolce uno spicchio d’aglio, con poco olio extravergine d’oliva e, quando si sarà ben dorato, eliminatelo. Aggiungete i filetti di acciuga e fateli sciogliere per bene, quindi unite il mascarpone e mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti. Stemperate, sempre a fuoco dolce, per pochi minuti e aggiustate di sale. In una pentola capiente con abbondante acqua salata fate cuocere le pappardelle e scolatele al dente. Aggiungete la pasta alla crema al mascarpone e fatela saltare qualche istante in padella. Guarnite con delle scaglie sottili di tartufo nero e mescolate bene per amalgamare il tutto. Servite le pappardelle al tartufo con crema di mascarpone ancora calde, guarnendo i piatti con le lamelle di tartufo grattugiate al momento.
 
Conservazione
 
Si consiglia di mangiare le pappardelle al tartufo e crema di mascarpone al momento.
 
consiglio
 
Se il vostro tartufo non fosse già pulito basterà spazzolarlo con un pennellino semiduro per eliminare la terra e le impurità dalla superficie. 
 
Se volete potete utilizzare un altro formato di pasta, particolarmente indicati sono i maltagliati, le fettuccine o le linguine.
 
Per il vino da abbinare leggi anche: Vino e tartufi
 
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Che cosa accade perdonando nel Karma del colpevole

Secondo la legge del Karma, colui che ha ucciso verrà ucciso a sua volta, e la catena non si estingue finché uno dei due non divenga cristiano, vale a dire finché uno dei due non liberi l’altro. Il perdono in questo senso è un fatto occulto: è il segno della nascita dell’Io, e quindi la possibilità di capire che la legge antica di vendetta e di rivalsa non appartiene all’Io ma a un ordine antico, quando vi era la legge dell’"occhio per occhio, dente per dente". Ma ora questo è finito, e il protrarsi di tale legge pesa sul destino dei popoli. Il rivangare gli odi di tanti anni fa è una forma molto grave di anticristianesimo, che noi dobbiamo osservare per capire quanto siamo lontani dalla possibilità che l’Io aiuti l’uomo. Il perdonare in realtà è, da parte nostra, una presunzione. Perdonare può il Cristo, o un Iniziato come Rudolf Steiner – e quanto ha perdonato! – il quale era però anche capace di grande severità, ma perdonava, e il suo perdono era vero. Il nostro non può essere vero. Perciò, quando vogliamo finirla con un’offesa ricevuta, con ciò che esige il perdono, dobbiamo sradicare dentro di noi ciò che è stato ferito: perché, finché c’è quello, il perdono si sovrappone a ciò che è in noi, in profondità. Dobbiamo arrivare a dire che quel che abbiamo ricevuto di male lo abbiamo meritato. Il perdono deve essere una pace profonda con l’altro, reale, senza residui o ritorni. Perché noi potremmo credere di aver perdonato conservando invece una specie di giudizio sull’altro. Se esaminiamo con attenzione tante difficoltà sperimentate in noi stessi, possiamo facilmente trovare una delle cose più distruttive: il parlare male di un altro. Quello di non parlare male degli altri sembra un consiglio semplice e quasi ovvio, ma dal punto di vista occulto è una delle cose più importanti che possa essere detta. Dobbiamo comprendere che se siamo capaci di dominarci quando stiamo per dire male di qualcuno, così come di respingere un pensiero negativo che stiamo per formulare nei confronti di un altro, in quel momento accade un fatto nuovo, qualcosa di molto importante che deve venire sulla Terra in questo periodo. Chi fa questa prova può sperimentare quali forze vengano messe in moto. Perché, anche se abbiamo effettivamente ricevuto un torto da una persona e abbiamo la necessità di parlarne mettendo in luce qualcosa di sbagliato, dobbiamo dire le cose in modo da non inserirvi nulla del nostro sentimento. Praticando questa ‘ginnastica’ possiamo riceverne un grande aiuto, sia spirituale sia fisico. Ma non deve essere una imposizione verbale, ossia il fermare il discorso lasciando sussistere all’interno il pensiero negativo: in questo caso sarebbe l’Ostacolatore che riuscirebbe, secondo sua abitudine, a guastare tutto. Occorre invece avere il coraggio di cessare di parlare male così come di pensare male del prossimo, anche quando ce ne sarebbero motivi seri. E con questo sperimentiamo il vero perdono.

Dipinto di Marina Sagramora "Anelito"

Fonte La Scienza dello Spirito
 





Categorie

vegan & co.
vegan & co.
scienza
scienza
numerologia
numerologia
curiosit
curiosit
libri e recensioni
libri e recensioni
psicologia
psicologia
religioni
religioni
diete
diete
lavori creativi
lavori creativi
attualit
attualit
astronomia
astronomia
significato sogni
significato sogni
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
popoli e culture
popoli e culture
coppia
coppia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!