Faredelbene.net



cucina -> dolci -> Muffin al mandarino e mandorle, ricetta dolce leggero


Muffin al mandarino e mandorle, ricetta dolce leggero




I muffin al mandarino e mandorle sono una ricetta per realizzare un dolce leggero, buono e sano. Per accompagnare una ricca colazione oppure dedicarci 10 minuti di dolcezza, questa ricetta è semplice e si realizza in pochissimo tempo. Gli ingredienti semplici e genuini rendono questa ricetta davvero unica nel suo genere. Procuratevi dei buoni mandarini bio e delle ottime mandorle, si preparano i muffin!!

Spesso, per mancanza di tempo o voglia, acquistiamo le merendine pronte direttamente al supermercato, senza curarci troppo degli ingredienti di cui sono composte. Questa ricetta è pensata soprattutto per le mamme indaffarate che non hanno molto tempo da dedicare ai fornelli, oppure per quelle persone che sono fuori casa tutto il giorno e la sera la voglia di cucinare è pari a zero. Realizzare questi muffin vuol dire dedicare in tutto 30min. del vostro preziosissimo tempo. Questo vuol dire evitare di acquistare merendine e dolci già confezionati, senza sapere cosa stiamo veramente mangiando o dando ai nostri bimbi. Senza considerare che in questa ricetta è presente la frutta fresca, le mandorle (grossa fonte di vitamine) e il latte di mandorla, un alimento davvero prezioso.

Mandarino

Il mandarino è un carico di vitamina C, vitamina fondamentale per mantenere in salute il cervello, rafforzare il sistema immunitario e proteggerci da influenza e raffreddore. L’importante quantità di fibre regolarizza l’intestino combattendo le costipazioni e i sali minerali e la vitamina P favoriscono la diuresi liberando il corpo da tossine e scorie. Inoltre, il bromo contenuto nella polpa del mandarino ha leggero effetto sedativo per il sistema nervoso, che se consumato prima di andare a dormire concilia il riposo combattendo l’insonnia. Ma non solo. La presenza degli antiossidanti protegge l’organismo dall’insorgere di tumori al fegato e al cuore, oltre che contrastare l’azione dei radicali liberi.

Mandorle

Le mandorle sono un alimento perfetto soprattutto per i bambini. Le loro sostanze nutritive rendono le mandorle un vero e proprio energizzante naturale, perfette per chi durante il giorno consuma molte energie, sia fisiche che mentali. Ma le mandorle sono specialmente degli ottimi antidepressivi naturali: grazie alle sue proprietà antidepressive e antinfiammatorie, le mandorle sono particolarmente indicate durante il periodo premestruale (regolarizzando l’umore) e durante il ciclo mestruale, alleviandone i dolori. Inoltre contengono due importanti amminoacidi, che stimolano il sistema nervoso regalandoci buon umore.

Calorie per porz: 217

Ingredienti: per 6 muffin

190gr di farina Bio 00
7gr di cremor tartaro
2 mandarini non trattati
50gr di burro chiarificato
1 manciata di mandorle tritate
6 mandorle intere
1/2 bicchiere di latte di mandorla
1 uovo
100gr di zucchero di canna

Preparazione

1. Sbatti l’uovo con lo zucchero fino a creare una spuma liscia ed omogenea.
2. Aggiungi il burro leggermente sciolto e sbatti bene il tutto.
3. Aggiungi al composto metà del latte di mandorle e amalgama bene.
4. Versa a pioggia la farina setacciata con il cremor tartaro e amalgama bene con la frusta.
5. Aggiungi il resto del latte di mandorla e concludi la farina.
6. Aggiungi all’impasto i mandarini ben puliti dalla pellicina bianca e tagliati a pezzetti, e le mandorle tritate.
7. Il composto deve essere morbido, liscio ed omogeneo, se troppo “duro” aggiungere del latte di mandorla.
8. Fodera le forme con un quadrato di carta da forno, riempi per 3/4 del composto, decora la superficie con un chicco di mandarino, una mandorla ed una spolverata di zucchero di canna.
9. Cuoci a 180C° per 15-20min.

tantasalute.it

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Non smettere di scolpire la tua statua interiore

"Come si può vedere la bellezza dell'anima buona?
Ritorna in te stesso e guarda: se non ti vedi ancora interiormente bello, fa come lo scultore di una statua che deve diventar bella. Egli toglie, raschia, liscia, ripulisce finché nel marmo appaia la bella immagine: come lui, leva tu il superfluo, raddrizza ciò che è obliquo, purifica ciò che è fosco e rendilo brillante e non smettere di scolpire la tua propria statua interiore, finché non ti si manifesti lo splendore divino della virtù e non veda la temperanza sedere su un trono sacro.
... Se tu sei diventato completamente una luce vera, non una luce di grandezza o di forma misurabile che può diminuire o aumentare indefinitamente, ma una luce del tutto senza misura, perché superiore a ogni misura e a ogni qualità; se ti vedi in questo modo, tu sei diventato ormai una potenza veggente e puoi confidare in te stesso. Anche rimanendo quaggiù tu sei salito né più hai bisogno di chi ti guidi; fissa lo sguardo e guarda: questo soltanto è l'occhio che vede la grande bellezza.
Ma se tu vieni a contemplare lordo di cattiveria e non ancora purificato oppure debole, per la tua poca forza non puoi guardare gli oggetti assai brillanti e non vedi nulla, anche se ti sia posto innanzi un oggetto che può essere veduto. È necessario, infatti, che l'occhio si faccia uguale e simile all'oggetto per accostarsi a contemplarlo. L'occhio non vedrebbe mai il sole se non fosse già simile al sole, né un'anima vedrebbe il bello se non fosse bella.
Ognuno diventi dunque anzitutto deiforme e bello, se vuole contemplare Dio e la Bellezza" (Enneadi I, 6, 9).

PLOTINO

Un brano molto bello e anche in sintonia - per certi versi - con quella che è la pratica della meditazione. "Non smettere di scolpire la tua propria statua interiore": è questo il senso corretto in cui intendere il lavoro meditativo. Si lavora cioè per un percorso di purificazione, di pulizia, non di accumulo. Non aggiungi nulla, bensì togli. Togli qui, togli là, decostruisci, destrutturi, e progressivamente si rivela quella bellezza, quella purezza silenziosa, quel Bene già e sempre presente in te, nascosto da tanti strati inutili e deturpanti.
Fino ad arrivare a realizzare che è solo un coltivare il qui e ora, amorevolmente. Ma ci vogliono prima tanti sogni di cambiamenti.

Fonte La Scienza dello Spirito





Categorie

psicologia
psicologia
Vini e dintorni
Vini e dintorni
significato dei colori
significato dei colori
vegan & co.
vegan & co.
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
simboli e archetipi
simboli e archetipi
numerologia
numerologia
attualit
attualit
musica
musica
medicina naturale
medicina naturale
medicina
medicina
scomode verit
scomode verit
donna
donna
news
news
lingua italiana
lingua italiana


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!