Faredelbene.net



attualit -> La psicosi dell'Audi gialla


La psicosi dell'Audi gialla




Orami è una sfida lanciata alla Polizia che risponde con due Lamborghini Huracan ed elicotteri per limitare la loro azione. Ma sarà efficace?!

Una semplice banda di ladri, ruba e si nasconde, non ingaggia duelli a 200km all'ora in senso contrario di marcia in autostrada, seminando vittime e danni con un'auto così appariscente.

 "Al momento - denuncia l'Asaps -  anche se li prendessero i tipi risponderebbero appena di ricettazione della macchina e qualche eccesso di velocità, null’altro. Vai infatti a dimostrare che quando la vettura, due notti fa,  ha fatto il contromano per 5 chilometri sul Passante di Mestre e una donna è morta in uno schianto, alla guida c’era qualcuno di loro. Potranno subito dire: ma la vettura era usata da altri magari dello stesso gruppo, dello stesso campo...".

"Comunque vada questa storia - conclude con amarezza Giordano Biserni Presidente Asaps - (e speriamo che ancora una volta vincano i nostri!) è servita per dimostrare quanto sia debole il sistema di contenimento della criminalità se una Audi Rs4 gialla scorrazza da giorni e notti sulle strade venete, padrona indisturbata della scena, qualcosa nel meccanismo non funziona".

Il comandante provinciale dei carabinieri di Padova, Stefano Iasson, è in piena unità operativa con i suoi uomini per mettere fine alle loro scorribande. Ovviamente i livelli di tensione sono molto alti,  ma Iasson invita a mantenere la calma: «Siamo presenti e stiamo limitando la loro azione. Non dimentichiamoci che grazie alle forze dell’ordine loro hanno commesso solamente un furto e un tentato furto». L’ufficiale dell’Arma ha ben presente quali sono le difficoltà maggiori in tutta questa storia. Il livello di allarme nella gente si sta alzando notevolmente ma il quadro accusatorio nei confronti dei tre fuggitivi per ora è molto scarno.

«Attualmente potremmo accusarli di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, furto e tentato furto. Di fronte a reati di questo tipo noi come istituzioni dobbiamo riuscire a bilanciare l’azione. Dobbiamo operare senza mettere a rischio la vita degli altri». Niente sparatorie dunque e nemmeno duelli ai 200 all’ora. Se c’è una convinzione, è la necessità di prenderli quando sono fermi.
 
L’unico momento buono per fermarli è dunque quello del rifornimento. Giovedì sera una telecamere li ha immortalati in un’area di servizio di Romano d’Ezzelino (Vicenza). L’Audi Rs4, motore 4,2 otto cilindri, viaggia a una media che oscilla tra i 7 e i 9 chilometri con un litro di benzina. Inutile dire che le aree di servizio del Triveneto sono blindate, con militari e agenti in borghese appostati in attesa di vedere arrivare l’Audi gialla. È in corso anche l’accertamento sul gps integrato.
Intanto una pioggia di segnalazioni: l’Audi gialla Rs4 con i tre banditi a bordo che sta seminando il panico sulle strade del Nordest è ovunque. Tutti la vedono ma nessuno riesce a fermarla.
 
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

misteri e paranormale
misteri e paranormale
scienza
scienza
cucina
cucina
curiosit
curiosit
tradizioni
tradizioni
bambini
bambini
religioni
religioni
astronomia
astronomia
riflessioni
riflessioni
scuola
scuola
letteratura
letteratura
io non ci sto
io non ci sto
artisti
artisti
animali
animali
libri e recensioni
libri e recensioni


Leggi Anche..

Donna vittima di violenza chiama la polizia fingendo di ordinare una pizza
Data: 2014-10-25

Inchino statua della Madonna davanti al boss durante la processione.
Data: 2014-07-06

La psicosi dell'Audi gialla
Data: 2016-01-24

Ice Bucket alla bimba di 10 mesi, il web si indigna, la polizia a caccia del nonno
Data: 2014-08-31





design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!