Faredelbene.net



astrologia -> pianeti astrologia -> Urano


Urano




Urano: Il Pianeta della Ribellione

Il pianeta Urano non fu scoperto fino al 1781. Poiché è uno dei Pianeti più esterni, si muove piuttosto lentamente attraverso lo Zodiaco. Il risultato è che il suo effetto si avverte più a livello generazionale che individuale.


Urano porta con sé un nuovo modo di vedere le cose, e la sua influenza si incontra meglio con una coscienza dilatata.
Originalità, invenzioni, computer, tecnologie all'avanguardia ed eventi futuri sono tutti dominati da questo Pianeta. Urano non vede nessuna ragione per mantenere lo status quo, preferisce invece rompere con la tradizione e creare nuove forme.

Mentre i blocchi di costruzione sono salvi (scienza, elettricità), questo Pianeta focalizzerà il suo sguardo piuttosto su un nuovo ordine del mondo.


A questo punto, la ribellione, la rivoluzione, i dittatori,  lo stato autonomo e la volontà libera cadranno tutti sotto l'egida di questo Pianeta.
Nessuno definirà Urano astuto. Questo è il Pianeta che riesce ad avere comportamenti erratici e bizzarri e schemi bizantini. Una società bohemien, utopica è più vicina alle inclinazioni di Urano che gli ideali umanitari.

Libertà e creatività sono importanti per questo Pianeta; l'Astrologia appartiene anche al suo regno. Ultimamente, conformemente alle sue maniere improvvise, a volte violente e spesso inaspettate, Urano governa i terremoti e gli altri disastri naturali.

Urano impiega 84 anni a completare il suo viaggio attraverso lo Zodiaco. E' un'energia androgina e governa l'Acquario e la Undicesima Casa. Urano è considerato il più alto ottavo di Mercurio e il primo dei Pianeti  trascendentali.

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Sognare acqua

Sognare acqua assume significati diversi, a seconda del ruolo che l’elemento occupa in sogno. Un denominatore comune del sogno dell’acqua tuttavia lega il significato di un tal sogno col risultato che la simbologia dell’acqua deve intendersi, nove volte su dieci, come di buono auspicio.

Nel significato divinatorio, retaggio delle vecchie credenze sul tema, l’acqua fresca assume un significato propizio in ambito alla salute, alla felicità, alla fortuna. Ma quando questa stessa acqua diviene bollente, il significato è quello che annette all’elemento uno stato d’ira del soggetto dormiente, ma quello che era rancore può leggersi e dunque trasformarsi in una forte passione che flette verso l’incertezza qualora l’acqua sognata è ricordata come torbida, incertezza che si estende negli affari ed in ogni azione economica che il soggetto che sogna intende intraprendere nella realtà.

Pare di capire dunque che affinché l’acqua apparsa in sogno possa assumere significati positivi debba essere pulita, fresca e corrente, in quest’ultima evenienza per chi sogna potrebbero essere previste fortune in tutti i campi, ma sognare acqua salata può voler indicare dolore, per l’accostamento ovvio dell’acqua salmastra con le lacrime, appunto, salate.

Caliamoci ancora di più nel significato assunto dall’acqua in sogno, al punto che bere acqua fredda potrebbe voler significare possibili tensioni col prossimo. Ma trovarsi di fronte all’acqua calda potrebbe essere avvisaglia di eventuali malattie a breve, così come se sogniamo che l’acqua ci sta allagando la casa, il significato non può che essere negativo per via di probabili dispiaceri a breve, così come se ci si scotta con l’acqua bollente il presagio è quello di un possibile spiacevole accadimento a breve. E che dire del fatto di dover trasportare dell’acqua all’interno di un recipiente che la perda strada facendo? In questo caso la perdita del liquido potrebbe simboleggiare perdite di natura economico-finanziaria magari a seguito di investimenti sbagliati.

Insomma, il significato divinatorio assunto dall’acqua è, come si vede, quanto mai ampio e diversificato.

Ma vediamo come la psicologia inquadra il sogno dell’acqua

E’ ovvio che il significato annesso dalla psicologia all’acqua non può essere avulso dal valore dell’acqua per questa scienza dove il liquido diviene centrale nel passaggio che si fa intendendo l’acqua, la gravidanza e la rigenerazione in un unicum che lega tutte e tre i momenti.

Dunque acqua come purificazione e, dunque, acqua come desiderio inconscio della persona di tuffarsi indietro nel suo passato nel bisogno di quel regresso che lo trasferisca all’infanzia nel tentativo di purificazione che solo quell’epoca è in grado di rappresentare. Se dunque annegare nella realtà è un fatto sicuramente tragico, in sogno l’annegamento deve leggersi nel suo significato psicologico che ci indica un bisogno dell’individuo alla ricerca di un modo per liberarsi da tutte quelle responsabilità che lo attanagliano in un periodo in cui è quanto mai pervaso da oneri che lo travolgono. Ed è proprio in momenti come questi che l’individuo così combattuto dai troppi eventi che lo riguardano tende a guardare indietro nel suo passato giungendo ad un’epoca in cui nel liquido materno galleggiava dolcemente trasportato dalla corrente.

Ma all’interno dello stesso significato psicologico che vogliamo dare all’acqua, non dimentichiamo che l’acqua deve essere vista come elemento di pulizia. Significa ciò che sognare l’acqua può indicare in noi l’esigenza di mettere ordine e dunque ripulire il nostro presente, alla ricerca di una condotta non solo più ordinata, ma più retta e, dunque, più pulita possibile. Di fronte ad un incarico impegnativo una persona che si appresta ad occuparlo non è raro che sogni l’acqua.

Occhio infine alla rappresentazione onirica dell’acqua quando questa sia il mezzo che ci faccia specchiare in essa. In tal caso tale azione non sta ad indicare soltanto le tendenze narcisistiche che sono in molti di noi, ma anche un periodo contrassegnato da una possibile attrazione nei confronti di una persona conosciuta e della quale siamo rimasti infatuati perché ritenuta molto simile a noi stessi.

Il significato medico dell’acqua

Nel significato medico che diamo all’acqua, l’elemento è spesso il segno inequivocabile di quelle situazioni patologiche dove è l’acqua stessa a rappresentare in sé la chiave della patologia sofferta. Lo dimostrano affezioni rappresentate da edemi, patologie renali, cardiache, cistiti e  bisogno impellente di urinare e tante malattie del fegato.

Fonte sogniesignificato.blogspot.it/





Categorie

animali
animali
beneficenza
beneficenza
artisti
artisti
arte
arte
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
mamme
mamme
medicina naturale
medicina naturale
amore e dintorni
amore e dintorni
stile & bon ton
stile & bon ton
simboli e archetipi
simboli e archetipi
popoli e culture
popoli e culture
diete
diete
coppia
coppia
astronomia
astronomia
cucina
cucina


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!