Faredelbene.net



astrologia -> caratteristiche segni -> Caratteristiche del segno dello Scorpione


Caratteristiche del segno dello Scorpione




Caratteristiche del segno dello Scorpione

Marte governa il segno, l'elemento è l'acqua e la qualità è fissa.
Il Sole transita nel segno approssimativamente dal 23 Ottobre al 22 Novembre.
Colore da portare: il viola che aiuta lo Scorpione nelle sue meditazioni.
Pietra Portafortuna: il rubino.
Metallo: il Ferro in quanto domina Marte, governatore dello Scorpione.
Giorno Favorevole: il Martedì, giorno di Marte.

Caratteristiche analitiche del segno

I nati sotto il segno dello Scorpione sono pieni di risorse, profondi, seri ed hanno un forte magnetismo fisico. Sono spesso autoritari e possiedono la capacità di scoprire il punto debole degli altri. Nel caso diventaste nemici di uno Scorpione, fate attenzione, perché egli aspetterà il momento opportuno per attaccarvi. Sono inclini alla mancanza di tatto, anche se poi si sorprendono quando risulta evidente che hanno offeso qualcuno. Sono molto possessivi e capaci di provare intense emozioni.


Lo Scorpione si chiude in se stesso quando capisce di aver fallito, e tutta la forza del suo potere naturale può accrescersi e scemare molto facilmente. A causa del loro profondo intuito sono degli ottimi psicanalisti. Lo Scorpione cerca il campione di vita. Un principio o una struttura secondo cui vivere. Gli interessi soggettivi e le emozioni sono quindi subordinati all'idea di come si deve essere. Lo Scorpione immagina come deve essere qualcosa e si comporta quindi secondo questa idea.  I nati nel segno sono attivi, energici, perspicaci, psicologi, intelligenti, passionali. Funzione vitale per lo Scorpione è la sessualità, spesso deviata in tutti i modi possibili con tendenza alla distruzione o, addirittura, all'autodistruzione. Un'altra tipica caratteristica del segno è la volontà, così come la permalosità, che può acuirsi sino a divenire desiderio di vendetta, è sconsigliabile avere uno Scorpione come nemico. Orgoglio e presunzione fanno sì che lo Scorpione viva la sua vita indipendentemente da tutto e da tutti, non sprecate fiato per dargli dei consigli che tanto non seguirà.
I difetti dello Scorpione potrebbero essere riassunti nel seguente modo: eccessiva passionalità e senso critico, gelosia, arroganza, estremismo, tirannia, esclusività, odio, violenza, tendenza alla brutalità. Una grande qualità del segno è, invece, la spinta a non lasciare nulla d'intentato per cercare di superare sé stessi ed arrivare alla conoscenza.

Lo Scorpione in Amore

 
Sono conquistatori nati, amano lottare per ottenere quello che desiderano, e anche se la fedeltà non è una delle loro migliori qualità, quando trovano la persona giusta sanno offrire passione e amore.
I nati sotto il segno dello scorpione vengono tuttavia messi alla berlina per le faccende di cuore, spesso accusati di freddezza o mancanza di sensibilità dal partner. Tutto nasce dalla difficoltà nel rendere visibili le loro emozioni, nascondendole a tutti e rendendole criptiche anche al partner. Verifica l'affinità astrale di coppia per lo Scorpione

Lo Scorpione in Amicizia

La caratteristica saliente di questo segno è proprio la capacità di dare il meglio nel rapporto di amicizia, essendo capaci di sacrifici incredibili per aiutare chi gli sta vicino.
Non lo fanno certo per chiunque, ma solo con chi giudicano meritevole, dopo aver elaborato tutta una serie di considerazioni più o meno complesse.
Per questo sottopongono spesso gli aspiranti amici a continui e stressanti test, senza rendersene conto.

Lo Scorpione nel  lavoro

Nonostante il suo carattere indipendente, il nato sotto il segno dello Scorpione è dotato di un buon talento nelle attività che richiedono un ottimo intuito ed è predisposto ad eseguire direttive, purché rientrino sempre nelle sue mansioni.
Nella professione appare sicuro e vincente, e queste qualità fanno di lui un vero esperto in affari e strategie per incrementare i suoi guadagni. La natura del soggetto Scorpione lo porterà a fare scelte in cui potrà valorizzare le sue qualità oltre che le sue energie e i suoi stimoli.
Le professioni che risultano adattarsi meglio alla sua personalità sono quelle legate alla ricerca, in ambito quindi biologico, archeologico e geologico, ma anche nell'area investigativa e psicologica.

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

miti e leggende
miti e leggende
musica
musica
beneficenza
beneficenza
stile & bon ton
stile & bon ton
libri e recensioni
libri e recensioni
filosofia
filosofia
mamme
mamme
medicina naturale
medicina naturale
psicosomatica
psicosomatica
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
casa
casa
news
news
coppia
coppia
lavori creativi
lavori creativi
vegan & co.
vegan & co.


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!