Faredelbene.net



astrologia -> Iniziamo in bellezza? Ecco, segno per segno, i buoni propositi per un 2015 glorioso


Iniziamo in bellezza? Ecco, segno per segno, i buoni propositi per un 2015 glorioso




Se il 2014 è stato un anno bello, il 2015 sarà bellissimo. Almeno vogliamo sperare che sia così. Se invece il 2014 non è stato un granché, hai un motivo in più per far sì che il 2015 sia migliore. Certo, un po' dipende pure dal destino. Ma non è l'unico responsabile... Anche tu sei direttamente responsabile di come sarà il tuo anno. Che ne dici di iniziare a formulare qualche proposito buono e costruttivo? Oh, sì. Ecco, segno per segno, da quali buoni propositi cominciare

Ariete:

Ama quello che fai. Ma soprattutto fai quello che ami. Così lo farai meglio. Coltiva i desideri e applicati per farli realizzare. Non pensare alla fortuna e essa arriverà in tuo soccorso quando meno te lo aspetti. L'amore? È grandioso. Ma solo se eviti storie clandestine e triangoli improbabili.

Toro:

Quando ti viene voglia di sbroccare, non sbroccare. Fai ohhmmmmmm e fai pure un bel respirone. Segnati a un corso di Pilates così dimostri di volere bene al tuo corpo e alla tua schiena. Smettila con un vizio antico e non rimuginare su quello che potrebbe succedere di male. Pensare positivo sembra una cavolata ma non lo è.

Gemelli:

Fai chiarezza. Nella tua storia d'amore, a lavoro, in casa. Parla schiettamente con tutti. Esci più spesso. Confrontati, confidati, non pensare che siamo tutti nemici. Di' la verità, pure se la verità non piacerà. Cogli le occasioni al volo e ricrediti su qualcosa che fino a ieri dicevi: mai!

Cancro:

Prova a essere più meticoloso qualunque cosa tu faccia. Se porti l'acqua, porta l'acqua, diceva Buddha. Ovvero: fai al meglio ciò che ti viene richiesto e il benessere psicofisico non sarà più solo questione di dieta e palestra. L'amore è un fiore che va innaffiato tutti i giorni. Ricordalo.

Leone:

Se ci ripensi, non è un problema. Cambiare idea non significa essere deboli. Al contrario significa essere forti e determinati. Aperti al mondo e alle possibilità. E quello di essere aperto al mondo e alle possibilità è un proposito mitico per il 2015. L'amore? Lascialo libero e sarà tuo. Per sempre.

Vergine:

Se la smetti di dire "Non ce la faccio", ce la farai. E poi dirai: ma perché non lo ho fatto prima? Questo resterà un mistero. Ma ora che lo sai non ci pensare... Non dividere il mondo in buoni e cattivi. Ricordati che tra il bianco e il nero c'è il grigio. E anche il giallo. La vita è fatta di sfumature. Amale.

Bilancia:

Impara a fare qualcosa che ti ha sempre fatto paura provare a fare. Cambia un'abitudine. Metti da parte un euro al giorno. Rispetta il tuo amore con tutto il garbo che hai. Tira fuori la tua crema e non fare il bacchettone a sproposito. Sentiti fortunato.

Scorpione:

Stai pronto. A cambiare aria, lavoro, numero di zeri sul conto in banca. La metà della mela, se è buona per te, non la cambiare, anzi guarda lontano con lei e osate. Se continui ad aspettare il momento giusto, prima o poi, sarà tardi. Ascolta l'istinto e non ascoltare i tuoi demoni. Sii grato più spesso. Il cosmo ti vuol bene e cospira per te.

Sagittario:

Liberati dal superfluo e preparati psicologicamente ad accettare i cambiamenti. Se all'inizio ti sembrerà difficilissimo, pian piano ci prenderai la mano e ci proverai gusto. Fai una buona azione quotidiana, sentiti bene nei tuoi panni, sentiti bello e irresistibile e smettila con le gelosie superflue. Ah, abolisci l'invidia e sei a cavallo.

Capricorno:

Ad esempio potresti provare a trattare gli altri con rispetto. Non come fossero gli ultimi scemi del pianeta. Forse lo saranno pure, ma non sei certo tu quello che deve tirare le somme. Cambia le regole del gioco. Basta con le mezze misure: è arrivato il tempo di grandi amori, grandi successi, gran numero di zeri sul conto in banca. Se ti autoconvinci, poi succede. Un po' tutto.

Acquario:

Innamorati perdutamente di te stesso. Amati. Abbracciati appena ti svegli. Sentiti un supereroe. Cerca di fare contenti tutti e, se non ci riesci, non ti preoccupare: non sei mica un barattolo di Nutella. La vita è breve e ingiusta ma se non ci pensi, non è poi una schifezza. Anzi. Il cuore? Fallo battere. E a mela manifesta il tuo amore. Perché non lo hai fatto finora?

Pesci:

Inizia dal buongiorno: se qualcuno ti critica non andare a piangere dalla mamma ma rispondi a tono e rifletti su ciò per cui ti hanno criticato. Potrebbero pure avere ragione. Pensaci. Chiarisci con gli altri. E, più importante, con te stesso. Non fare capricci. Non ti lamentare. Prendi coraggio e fai una cosa che ti fa super paura. L'amore è dietro l'angolo. Ora sei tu che devi imboccare la strada giusta per incrociarlo...

 

caffeinamagazine.it

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

psicosomatica
psicosomatica
autismo
autismo
riflessioni
riflessioni
cucina
cucina
stile & bon ton
stile & bon ton
itinerari
itinerari
fisica quantistica
fisica quantistica
popoli e culture
popoli e culture
astrologia
astrologia
letteratura
letteratura
io non ci sto
io non ci sto
tecnologia
tecnologia
scienza
scienza
artisti
artisti
salute
salute


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!