Faredelbene.net



antroposofia -> tiziano bellucci -> Mangiare gli animali


Mangiare gli animali




La scienza occulta ci dice che gli animali attuali sono i discendenti di corpi che gli umani non potettero più occupare perché diventati troppo grossolani

Ad un dato momento, una parte più grossolana della sostanzialità spirituale che costituiva l'ente umano, dovette distaccarsi e prendere vita autonoma, creare un regno a lato di quello umano.

Noi dobbiamo quindi il privilegio di un esistenza come esseri umani autocoscienti per il fatto che per evolvere ad un grado superiore, abbiamo "espulso" da noi stessi una parte di spiritualità, la quale è divenuta il regno animale attuale.

Dovremmo avere rispetto, compassione per quella parte di noi che non è potuta diventare umana, ma si è arrestata ad un gradino inferiore: il mondo animale. Invece abbiamo tutt'altro atteggiamento.
Nei popoli orientali è rimasto un rispetto elevato per gli animali, che li riconosce come parti di sè, dello sprito.

In occidente invece si è sviluppata tutt'altra cultura.

R. Steiner, le manifestazioni del karma:
"L'uomo ha ripagato gli animali di quanto ad essi era debitore in un modo singolare: mangiandoseli".

 l’alimentazione carnea è in grado di rallentare l’evoluzione di chi tenda a un progresso spirituale. Questo non vuol essere propaganda per il vegetarianesimo: è
un dato di fatto che molti problemi divengono meno ardui se ci si
astiene dalla dieta carnea. Si può acquistare una maggior forza di
resistenza nell’anima, si possono accrescere
le proprie capacità di
superare gli ostacoli derivanti dal corpo fisico e dall’eterico, se
viene eliminata la dieta carnea. L’uomo può diventare più produttivo
spiritualmente; ma non lo diventa certo solo per il fatto di non
nutrirsi di carne, bensì soprattutto accrescendo le forze della propria
anima.

Per Steiner l'evoluzione procede spiritualmente dall'uomo all'animale (e poi al vegetale e al minerale), ma fisicamente dall'animale all'uomo,
ovvero ogni volta che la forma spirituale dell'uomo progredisce nel
corso della storia della Terra, lascia indietro una forma animale che
diviene così fisica. Dunque gli animali
si scarificarono per permettere all'uomo di evolvere nello stato in cui
è ora: un atto che dovremo restituire loro trattandoli con dignità e
amore per permettergli di evolvere spiritualmente. Gli animali
domestici infatti, evolvono più velocemente proprio per associazione
con l'uomo, di cui assorbono influssi dell'Io che "ammorbidisce" la loro
forma selvaggia: per questo gli animali domestici sono più docili. L'antroposofia suggerisce di non mangiare carne, soprattutto a coloro che vogliono spiritualizzare se stessi. Ma vi possono essere casi o momenti della vita in cui individui, che devono incarnarsi, che hanno necessità della carne.

Unicornos

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

L'occhio di Kanaloa

Vi propongo ora una meditazione per l’apertura della coscienza alla rete di energia, attraverso un simbolo usato dai Kahuna hawaiani. Questo simbolo è chiamato l’Occhio di Kanaloa ed è una rappresentazione bidimensionale della ragnatela cosmica. Kanaloa è un personaggio mitico nella tradizione hawaiana e rappresenta l’uomo perfettamente realizzato che ha integrato in sé sia il mondo fisico che quello spirituale, agisce quindi con piena consapevolezza e massimo potere interiore. Una punta della Stella è rivolta verso il basso per indicare l’Illuminazione che scende sulla testa del saggio. Attorno alla Stella si irradiano delle righe dritte, che rappresentano i fili e le corde di luce che mantengono il collegamento con tutti gli altri punti; attraverso questi fili scorre il potere di realizzazione dello Sciamano. Tutto lo spazio è poi racchiuso da cerchi concentrici, che rappresentano la conoscenza e la compassione che collegano gli uni agli altri. Questo è un


simbolo di armonia, di equilibrio e di guarigione, poiché racchiude in un unico insieme valori femminili, come il prendersi cura, e valori maschili, come il potere d’azione Nel simbolo potete vedere una Stella centrale a sette punte: quello è lo Sciamano al centro del Mondo e le sette punte della Stella rappresentano i 7 Principi della Filosofia Huna in base ai quali egli agisce.
Iniziate a respirare profondamente ad occhi chiusi. Siate coscienti di voi stessi come il centro di una rete di energia che si espande nello spazio raggiungendo ogni persona, ogni cosa e ogni luogo esistente sulla Terra in questo momento. Se volete, immaginate che la rete si allarghi a tutto l’Universo nel momento presente. Ora divenite coscienti del fatto che la rete si espande anche nelle altre dimensioni: nel passato, nel futuro, nelle vite parallele e nel mondo interiore. Alcune corde di collegamento sono molto spesse e coincidono ai vostri attaccamenti emotivi a luoghi, persone, idee. Ci sono altri fili molto sottili, quasi invisibili, che rappresentano linee di connessione potenziale, già esistenti, ma che non avete ancora attivato. Voi siete la Stella o il Ragno cosmico; siate coscienti di essere circondati da un campo di luce e sensazioni che corrisponde al cerchio centrale dell’Occhio di Kanaloa, ma non ha una funzione di protezione, è piuttosto come una nuvola di consapevolezza sensitiva. Tutti i fili e le corde della rete arrivano e sono connessi al vostro campo di coscienza individuale; voi siete immersi in essa, ma non ne siete prigionieri. Potete essere coscienti di qualsiasi informazione proveniente dai fili di collegamento, o spostare la consapevolezza lungo uno


qualunque di essi; tutto può arrivare a voi, ma non toccarvi. Potete sentire l’energia degli altri, le loro emozioni e divenire totalmente consapevoli di qualsiasi dramma o situazione esistente, senza esserne coinvolti. La rete è il sogno dello Sciamano, non la sua gabbia. All’interno della rete vi muovete liberamente, potete creare nuove corde, rinforzarne alcune e diminuirne altre: è attraverso questa rete che plasmate l’esperienza della Realtà. Ora, senza perdere la concentrazione, socchiudete gli occhi e iniziate ad osservare il simbolo dell’Occhio di Kanaloa, guardatelo come una rappresentazione della rete cosmica. Sta a voi decidere quali fili volete rinforzare e quali volete annullare. Percepite nella rete una energia palpitante di vita, di protezione, di evoluzione; potete collegarvi ad essa ogni volta che volete semplicemente guardando questo simbolo, per ricevere amore e guarigione; potete a vostra volta inviare amore e guarigione attraverso il simbolo a chiunque o a qualunque cosa. Questo simbolo è uno strumento per amplificare la vostra consapevolezza e la capacità di utilizzare la rete cosmica. Fate qualche respiro profondo e tornate al presente. Se avete problemi a ricordare l’intero esercizio potete registrarlo su una cassetta e ascoltarla mentre lo eseguite.

Fonte http://divinetools-raja.blogspot.it/





Categorie

popoli e culture
popoli e culture
bonus e incentivi
bonus e incentivi
misteri e paranormale
misteri e paranormale
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
salute
salute
fisica quantistica
fisica quantistica
beneficenza
beneficenza
arte
arte
miti e leggende
miti e leggende
attualit
attualit
vegan & co.
vegan & co.
stile & bon ton
stile & bon ton
numerologia
numerologia
medicina
medicina
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!