Faredelbene.net



antroposofia -> tiziano bellucci -> Mangiare gli animali


Mangiare gli animali




La scienza occulta ci dice che gli animali attuali sono i discendenti di corpi che gli umani non potettero più occupare perché diventati troppo grossolani

Ad un dato momento, una parte più grossolana della sostanzialità spirituale che costituiva l'ente umano, dovette distaccarsi e prendere vita autonoma, creare un regno a lato di quello umano.

Noi dobbiamo quindi il privilegio di un esistenza come esseri umani autocoscienti per il fatto che per evolvere ad un grado superiore, abbiamo "espulso" da noi stessi una parte di spiritualità, la quale è divenuta il regno animale attuale.

Dovremmo avere rispetto, compassione per quella parte di noi che non è potuta diventare umana, ma si è arrestata ad un gradino inferiore: il mondo animale. Invece abbiamo tutt'altro atteggiamento.
Nei popoli orientali è rimasto un rispetto elevato per gli animali, che li riconosce come parti di sè, dello sprito.

In occidente invece si è sviluppata tutt'altra cultura.

R. Steiner, le manifestazioni del karma:
"L'uomo ha ripagato gli animali di quanto ad essi era debitore in un modo singolare: mangiandoseli".

 l’alimentazione carnea è in grado di rallentare l’evoluzione di chi tenda a un progresso spirituale. Questo non vuol essere propaganda per il vegetarianesimo: è
un dato di fatto che molti problemi divengono meno ardui se ci si
astiene dalla dieta carnea. Si può acquistare una maggior forza di
resistenza nell’anima, si possono accrescere
le proprie capacità di
superare gli ostacoli derivanti dal corpo fisico e dall’eterico, se
viene eliminata la dieta carnea. L’uomo può diventare più produttivo
spiritualmente; ma non lo diventa certo solo per il fatto di non
nutrirsi di carne, bensì soprattutto accrescendo le forze della propria
anima.

Per Steiner l'evoluzione procede spiritualmente dall'uomo all'animale (e poi al vegetale e al minerale), ma fisicamente dall'animale all'uomo,
ovvero ogni volta che la forma spirituale dell'uomo progredisce nel
corso della storia della Terra, lascia indietro una forma animale che
diviene così fisica. Dunque gli animali
si scarificarono per permettere all'uomo di evolvere nello stato in cui
è ora: un atto che dovremo restituire loro trattandoli con dignità e
amore per permettergli di evolvere spiritualmente. Gli animali
domestici infatti, evolvono più velocemente proprio per associazione
con l'uomo, di cui assorbono influssi dell'Io che "ammorbidisce" la loro
forma selvaggia: per questo gli animali domestici sono più docili. L'antroposofia suggerisce di non mangiare carne, soprattutto a coloro che vogliono spiritualizzare se stessi. Ma vi possono essere casi o momenti della vita in cui individui, che devono incarnarsi, che hanno necessità della carne.

Unicornos

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Se vuoi essere amato...

Se vuoi essere amato... comincia ad amare coloro che hanno bisogno del tuo amore. Se ti aspetti che gli altri siano onesti con te, allora comincia a essere onesto tu stesso. Se vuoi che gli altri provino compassione per te, comincia a mostrare compassione per le persone che ti circondano. Se vuoi essere rispet­tato, impara a essere rispettoso con tutti, sia giovani sia vecchi. Se vuoi una dimostrazione di pace dagli altri,sii pacifico. Se vuoi che gli altri siano religiosi, comin­cia tu a essere spirituale. Qualsiasi cosa vuoi che siano gli altri, siilo tu per primo. Allora scoprirai che gli altri si comporteranno nello stesso modo con te.

È facile desiderare che gli altri si comportino con te in modo impeccabile, ed è facile vedere i loro difetti, ma è molto difficile comportarsi correttamente e con­siderare i propri difetti. Se ti ricorderai di comportar­ti correttamente, gli altri proveranno a seguire il tuo esempio. Se riuscirai a individuare i tuoi difetti senza sviluppare un complesso di inferiorità e se ti impegne­rai continuamente a correggerti, allora userai il tuo tempo in maniera molto più proficua che se l'avessi passato a desiderare che gli altri fossero migliori. Il tuo buon esempio sarà molto più efficace per cambiare gli altri di quanto possano esserlo i tuoi desideri, la tua collera o le tue parole.

Più migliori te stesso, più eleverai gli altri intorno a te e più diventerai felice. Più diventerai felice, più felici saranno coloro che
ti circondano.

Yogananda





Categorie

mamme
mamme
salute
salute
misteri e paranormale
misteri e paranormale
autismo
autismo
filosofia
filosofia
news
news
coppia
coppia
significato dei colori
significato dei colori
io non ci sto
io non ci sto
astrologia
astrologia
psicologia
psicologia
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
lavori creativi
lavori creativi
scuola
scuola
scienza
scienza


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!