Faredelbene.net



animali -> razze canine -> Bulldog


Bulldog




Il bulldog discende da cani utilizzati nella Gran Bretagna nella cruenta lotta con i tori, becera pratica diffusa sin dal secolo XVII ed abolita solo nel XIX secolo, dismesse le vesti di cruento ed indomito combattente, il particolare aspetto del cane ha decretato il suo successo come animale da compagnia (diffuso in moltissimi paesi oltre quelli di origine)

Si tratta di un cane basso sugli arti (altezza ricompresa tra i 30 ed i 40 cm al garrese, peso contenuto entro i 25 kg, dal corpo tozzo), dal muso fortemente prognato e provvisto di rughe, mascella potente, pelo fitto e corto dal colore bianco, fulvo, tigrato.

Oggi il bulldog è un cane equilibrato (ha perso l'antica ferocia in virtù di un'adeguata selezione che ha fissato gli attuali caratteri morfologici ed ha spento gli antichi ardori di guerriero), dolcissimo e fedelissimo con il padrone (instaura un rapporto speciale con l'uomo), adattissimo a vivere in appartamento in virtù delle contenute dimensioni, l'indubbia adattabilità ed una certa apparente pigrizia (attenzione però a fargli fare del moto per tenere sotto controllo la tendenza ad ingrassare) Adattissimo al rapporto con i bambini, la razza in oggetto conserva l'antico coraggio che lo rende buon difensore dei suoi cari ed anche un buon guardiano.

Il bulldog necessita di particolare attenzione per quanto riguarda l'igiene della pelle ed anche per eventuali problemi respiratori (a tal proposito caratteristico e particolarmente rumoroso l'ansimare del bulldog accaldato da una passeggiata estiva).

Caratteristiche del Bulldog

Corpo:

Le spalle sono larghe, oblique, e ben discese, molto potenti e muscolose e devono dare l'impressione di essere proporzionate al corpo. Il petto è vasto, largo e molto alto, ben disceso tra gli arti anteriori. Il suo diametro è notevole. Il petto è largo, arrotondato lateralmente, slanciato e ben disceso; il dorso corto e forte, di spalle larghe e relativamente più stretto sui lombi. Ventre rientrante e non avvallato.

Mantello:

Pelo di tessitura fine, corto serrato e liscio. Non è duro perché è corto e serrato (non è un pelo a filo di ferro). Il colore è monocolore o fuliggine (cioè monocolore con il muso o muso neri). Presenta solo colori uniformi (che devono essere brillanti e puri) rosso, nei suoi toni differenti, fulvo, fulvo pallido; poi rosso a strisce scure, manto bianco e quello screziato I colori fegato, nero e focato vanno assolutamente scartati.

Testa:

Cranio forte il cui perimetro (misurato davanti alle orecchie) deve essere approssimativamente uguale all'altezza al garrese. Visto di fronte, sembra molto alto dalla commessura della mandibola alla sommità del cranio, e ugualmente largo e piatto. Le guance sono ben arrotondate, e si estendono, di lato, al di là degli occhi. La fronte è piatta; la pelle della fronte e della testa è lassa e rugosa. La fronte non è prominente e non predomina sulla faccia. Le prominenze delle ossa frontali sono evidenti, larghe, schiacciate ed alte; dallo stop, un solco a volte largo e profondo si estende fino a metà del cranio e può seguirlo fino alla sommità. Il muso risulta corto, largo, retratto e molto spesso dalla commessura dell'occhio a quella delle labbra.

Coda:

Attaccata bassa, la coda parte in risalto, piuttosto dritta, poi si incurva verso il basso. È rotonda, liscia, e priva di frange o peli ruvidi. Di lunghezza moderata, spessa alla base si assottiglia rapidamente in una punta fine. È portata bassa, comunque mai più alta del dorso.

Carattere:

Vivace, ardito, fedele, degno di fiducia, coraggioso, di aspetto che incute paura ma dotato di una natura affettuosa.

Referral ID: 1356



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

significato sogni
significato sogni
riflessioni
riflessioni
lingua italiana
lingua italiana
artisti
artisti
lavori creativi
lavori creativi
stile & bon ton
stile & bon ton
beneficenza
beneficenza
miti e leggende
miti e leggende
casa
casa
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
donna
donna
astronomia
astronomia
scomode verit
scomode verit
diete
diete
coppia
coppia


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!