Faredelbene.net



amore e dintorni -> L'Amore come crescita interiore


L'Amore come crescita interiore




L’Amore non si può né imparare né programmare. L’Amore frutto di una programmazione non è affatto Amore; non è una rosa autentica ma una rosa di plastica. Quando impari qualcosa, vuol dire che viene dall’ esterno; non si tratta di una crescita interiore.

E l’Amore per essere autentico e reale dev’essere una tua crescita interiore. Tutto ciò che è necessario da parte tua non è imparare le vie dell’Amore ma disimparare le vie del non Amore. Gli impedimenti vanno rimossi, gli ostacoli distrutti: a quel punto l’amore costituirà il tuo essere naturale e spontaneo. Una volta che gli ostacoli sono stati eliminati e le rocce gettate via, il flusso scorre. Esiste già: è nascosto sotto molte rocce, ma la sorgente è già presente. E’ il tuo stesso essere.

E’ un dono, ma non è qualcosa che accadrà nel futuro; è un dono che è già accaduto con la tua nascita . “Essere” vuol dire “Essere Amore”. Poter respirare vuol dire poter amare. L’amore è come il respiro: ciò che il respiro è per il corpo fisico, l’amore lo è per per il corpo spirituale. Senza respiro il corpo muore; senza amore l’anima muore! La prima cosa da ricordare è che l’amore non è qualcosa che puoi imparare. E se lo impari mancherai del tutto il punto; in nome dell’amore, imparerai qualcos’altro; sarà finto, falso. Ma la moneta falsa può assomigliare a quella autentica; se non conosci quest’ultima, la prima può trarti in inganno. Solo se conosci il reale, sarai in grado di vedere la distinzione tra ciò che è falso e ciò che è reale.

E questi sono gli ostacoli: gelosia, possessività, attaccamento, aspettative, desideri, paura della solitudine ma i tuoi timori sono giusti. “Se tutte queste cose scompaiono, cosa resterà del mio amore?”
Nulla resterà del tuo amore. Resterà l’AMORE ma esso non ha niente a che vedere con l’”io” o il “tu” In realtà, quando ogni gelosia, possessività, aspettativa e paura scompaiono, non scompare l’amore; scompari tu, il tuo “ego”. Queste cose sono l’imbroglio dell’ego. Non è l’amore ad essere geloso. Guarda, osserva di nuovo. Quando provi gelosia, non è l’amore a essere geloso, esso non ha mai conosciuto nulla di simile alla gelosia. Come il sole non ha mai conosciuto l’oscurità, l’amore non ha mai conosciuto la gelosia.

È l’ego che si sente ferito e competitivo è l’ego che lotta incessantemente, è l’ego a essere ambizioso, a desiderare di stare al di sopra degli altri e a sentirsi speciale, è l’ego che comincia a provare gelosia e possessività, perché può esistere solo se possiede. Più possiedi, più l’ego è forte se non possiedi nulla, l’ego non può esistere. Esso si basa sulla proprietà, dipende da essa. Se hai più soldi, più potere, più prestigio, un uomo, una donna o dei figli meravigliosi, l’ego si sente immensamente arricchito. Quando la proprietà scompare, quando non possiedi nulla, dentro di te non troverai l’ego, non ci sarà nessuno che possa affermare “IO”. E se pensi che questo sia il tuo amore, scomparirà certamente anche quello. In realtà, il tuo amore, non è amore, è gelosia, possessività, paura, odio, rabbia, violenza.. è mille e una cosa, eccetto che amore. È mascherato da amore perché tutte queste cose sono così brutte da non poter esistere senza una maschera ma non è amore. L’amore si manifesta come relazione, ma comincia nella solitudine profonda si esprime come rapporto, ma la sua origine non è nel rapporto, bensì nella meditazione.

Quando sei assolutamente felice nella tua solitudine, quando non hai affatto bisogno dell’altro, allora sei in grado di amare. Se hai bisogno dell’altro, puoi solo usare, manipolare e dominare non puoi amare. Poiché dipendi dall’altro, hai paura e sorge la possessività. “Chi può saperlo? Oggi l’altro sta con me, domani potrebbe non starci più. Chi può predire il prossimo istante?” La tua donna potrebbe averti lasciato, i figli potrebbero essere cresciuti e avere lasciato la tua casa, il marito potrebbe averti abbandonato. A causa di questa paura del futuro diventi molto possessivo. Crei una schiavitù intorno alla persona che pensi di amare. Ma l’amore non può creare una prigione. L’amore porta libertà, dona libertà. Ma questo è possibile solo se hai conosciuto una qualità totalmente diversa dell’amore, basato non sul bisogno, ma sulla condivisione. L’amore è la condivisione di una gioia straripante. Sei troppo pieno di energia non puoi contenerla, la devi condividere.

A quel punto ci sarà poesia, a quel punto ci sarà qualcosa di meraviglioso che non sarà di questo mondo, ma che verrà dall’aldilà. Questo amore non si può imparare, ma è possibile eliminare gli ostacoli. Impara l’arte del rimuovere tutto ciò che ostacola l’amore. E’ come scavare un pozzo… rimuovi gli strati di terra, di pietre, di rocce e all’improvviso affiora l’acqua. È sempre stata lì era una corrente sotterranea. Adesso che hai rimosso tutti gli ostacoli, l’acqua è disponibile. Altrettanto vale per l’amore. è la corrente sotterranea del tuo essere. Sta già scorrendo, ma ci sono molte rocce, molti strati di terra da rimuovere non si tratta di imparare l’amore, ma di disimparare le vie del non-amore.

Osho
Tratto da:
CON TE O SENZA DI TE

Fonte visionealchemica.com

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare





Categorie

lavori creativi
lavori creativi
astrologia
astrologia
misteri e paranormale
misteri e paranormale
bonus e incentivi
bonus e incentivi
Vini e dintorni
Vini e dintorni
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
scienza
scienza
io non ci sto
io non ci sto
alimentazione e benessere
alimentazione e benessere
astronomia
astronomia
psicosomatica
psicosomatica
psicologia
psicologia
stile & bon ton
stile & bon ton
tecnologia
tecnologia
scomode verit
scomode verit


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!