Faredelbene.net



amore e dintorni -> L'amore Ŕ l'energia vitale che vuole fluire incessantemente; non vuole essere trattenuta o bloccata.


L'amore Ŕ l'energia vitale che vuole fluire incessantemente; non vuole essere trattenuta o bloccata.




Quando questo succede si ha il caos, la malattia. E cos'è che blocca l’energia? E' la mancanza d'amore, ossia la paura. La paura è paralizzante, cioè blocca il flusso dell'energia vitale.


L'uomo che vive nell'ego spesso scambia per amore quello che amore non è. C'è solo un modo per essere certi se quello che diamo è amore: cosa mi aspetto da ciò che do?  Se ci aspettiamo qualcosa, allora non è amore.

L’amore divino ci inonda quando noi abbiamo ripulito la nostra mente da tutto ciò che non è amore. In fondo tutti gli atteggiamenti dell’ego hanno origine nella paura. Perciò quando ci saremo liberati di tutte le paure consce ed inconsce, in noi sboccerà il Vero Amore.

Amore emotivo co-dipendente
L’amore manifestato dalla maggior parte di noi è legato alle emozioni, per questa ragione è condizionato. L’amore emotivo che abbiamo finora vissuto è associato a sentimenti di possesso, sensi di colpa e paure.
L’amore condizionato co-dipendente dell’essere umano  può essere compreso usando alcune delle seguenti espressioni:
      “Ti amerò se sarai buono e obbediente, se ti comporterai in modo degno, se vivrai secondo le mie aspettative”;
      “Ti amerò se tu mi amerai” ;
      “Visto che non amo me stesso, ho bisogno di essere amato, e per ottenere quell’amore penso che ti amerò”; 
      “Visto che mi ami, ti amerò”;
      “Dato che ti amo, dovrai fare ciò che ti dico”;
      “Se tu mi ami, farai questo e questo, ti comporterai in questo modo” (Questa frase contiene un senso di colpa) ;
      “Poiché io ti amo, so che cosa è meglio per te e tu faresti bene a fare ciò che ti dico” (Questa è un’espressione con sensi di colpa, possessività e controllo);
      “Se non sono amato, non valgo nulla” (Questa espressione contiene una totale mancanza di amore per se stessi).
L’amore co-dipendente è un amore prevalentemente emotivo e, sebbene possa temporaneamente elevare e soddisfare perché fornisce un senso di falso benessere e sicurezza, nella maggior parte dei casi si trasforma in amore dipendente, manipolatorio e dominante. La sua sottostruttura è costituita dai bisogni, dal desiderio di approvazione e di controllo, che derivano da un senso profondo e misconosciuto di mancanza di amore per se stessi. Questa forma di amore nasce dal bisogno e non dalla ricchezza interiore che scaturisce dall’amore per se stessi e che vogliamo condividere con altri.

Amore per Se stessi
La relazione con me stesso la costruisco con la capacità di amarmi. Questo amore mi fa esistere e mi fa sussistere, libero da legami di dipendenza che mettono la mia sicurezza fuori di me e non dentro di me. Questo amore è quello che mi fa capace di incontrare la morte e superarla, che mi consente di fare un taglio con il passato (tutte le volte che occorre) che mi lega.
      Non si può confondere l’amore per se stesso con l’egoismo. L’egoismo ha svariate forme. Una è quella di chi non vuole aprirsi al divenire della vita. Tutto deve restare immutabile, secondo la propria volontà. Un’altra è quella di voler dominare la vita degli altri. Un’altra ancora è quella di donarsi per poi dominare meglio gli altri. Un’altra è quella che afferma: esisto solo io e gli altri non esistono.
      Amarsi vuol dire accettarsi e poi trasformarsi, vuol dire morire e poi rinascere. L’egoista non rinuncia mai al suo piacere e non accetta il dolore per conquistare la gioia. Amarsi vuol dire essere capace di farsi dei doni. L’egoista è solo capace di farsi dei regali. I regali appagano l’uomo nella sua materialità. I doni appagano l’uomo nella sua interezza. Non è possibile confondere l’amore di sé con l’egoismo. Ci sono troppe differenze. La capacità di amarsi e la capacità di amare sono come le due braccia di un uomo. Nessuno accetta volentieri di essere privo dell’uno o dell’altro braccio.
      Solo chi sa amarsi sa come amare. Chi ha appreso ad amarsi e sa realizzare il suo bene, conosce cos’è l’amore e sa come realizzare il bene altrui. Molti pretendono di amare perché annullano se stessi a tutto vantaggio dell’altro. Questi non realizzano né il bene loro né il bene altrui. Essi sono preda a una spaventosa avidità di possesso e svuotano l’amore di ogni suo vero contenuto. Costoro si rendono conto che il loro amore non produce amore di ritorno ma lo addebitano all’ingratitudine altrui e non alla loro falsa qualità di amare.

Il vero Amore
Abbiamo imparato l'amore co-dipendente da persone il cui amore per noi era compromesso dalla loro paura e dal loro senso di colpa. Sono stati i nostri modelli e non dobbiamo vergognarcene ma esserne consci.
    Ognuno di noi da quando era un neonato, è stato condizionato ad avere stima di se stesso solo quando gli altri gli rispondevano in modo positivo. Ha imparato che il suo valore viene stabilito al di fuori di lui ed è questo l'errore fondamentale che si è perpetuato nel corso della sua vita.
L'esperienza dei nostri genitori non è stata diversa dalla nostra né da quella dei nostri figli. Abbiamo tutti bisogno di guarire le stesse ferite. Dobbiamo prendere coscienza che tutte le violazioni e le emozioni ad esse collegate devono essere liberate. E' in questo modo che tutti gli esseri feriti passano dall'esperienza dell'amore co-dipendente a quella del vero amore.
Una via efficace per riscoprire il Vero Amore è l'Ascensione Globale che si percorre interiormente attraverso l'intento perseverante di rilasciare tutte le paure e le illusioni. Infatti la paura è assenza di Amore e l'Amore è assenza di paura.

Le Anime Gemelle
Una delle leggende spirituali che più fanno sognare la gente è quella dell'esistenza, da qualche parte, della propria "anima gemella". Ma esiste veramente?

Cerchiamo di ragionare un attimo. Abbiamo detto che la Terra si trova nel punto più basso del creato come forma fisica. Ci troviamo in terza dimensione. Ed abbiamo detto che, essendo il punto più basso e distorto per i motivi già accennati, allora l'ascensione globale di tutto lo spazio-tempo può ripartire solo da qui. Quindi?
Quindi, dato che lo scopo dell'ascensione non è altro che quello di tornare all'unità, e quindi riunire tutti i poli dei vari pensieri, allora tra questi si dovrà riunire anche il polo del pensiero della parte maschile con il polo del pensiero della parte femminile.
Un pensiero, per essere trasceso in modo completo, deve essere sperimentato nel punto più basso e distorto, e solo da qui può poi ascendere in modo completo. I pensieri di maschile e femminile non sono un'eccezione.
Abbiamo detto anche che le polarità prima devono essere trascese, e poi devono essere integrate in un unico pensiero che le unisca. Quindi anche per i pensieri di forma maschile e forma femminile, due polarità del pensiero di unità fisica, ci deve essere prima una trascesa di tali pensieri per permettere loro di integrarsi nel pensiero di unità fisica.

Cosa significa questo?
Tutto ciò che esiste è pensiero. Esiste il pensiero della forma fisica. Esiste il pensiero della forma fisica maschile ed il pensiero della forma fisica femminile. Ed esiste il pensiero che integra tali due pensieri che è il pensiero dell'unità fisica dei poli maschile e femminile.
A livello di forma, cosa significa integrare il pensiero della forma fisica maschile ed il pensiero della forma fisica femminile? Significa semplicemente che le due forme, maschile e femminile, si uniscono fisicamente e cioè stanno assieme praticamente tutto il tempo che trascorrono nella forma. Questo perché la sintonia di pensiero, che sarà sempre maggiore tra le due forme, li attirerà sempre più l'uno all'altro, e quindi in realtà l'amore nella coppia, anziché decadere come capita in molte coppie non forme gemelle, tenderà ad aumentare sempre più.
Perché se due persone non sono forme gemelle non possono avere un amore puro duraturo?
Perché ognuno dei due tenderà ad evolvere a proprio modo, in base alla propria natura. E quindi i pensieri comuni tra i due potrebbero essere sempre meno con il passare del tempo. E' vero però che può accadere che anche forme non gemelle riescano ad avere un rapporto d'amore (ma mai puro come quello tra due forme gemelle) per molto tempo.
Se ciò accade significa che uno dei due si "adatta" all'altro, cioè si adatta ai pensieri del partner. E quindi per forza continueranno a rimanere vicini. Ma non è una relazione pura, dato che uno dei due o entrambi, se vi è un adattamento reciproco, non si rende responsabile dei propri pensieri e quindi della propria vita, e quindi non evolve veramente. E si crea una forma di dipendenza.
Se due forme non gemelle continuano a crescere con la propria testa senza adattarsi all'altro, allora con il tempo il loro rapporto svanirà. Perché non avranno tanti pensieri in comune.
Ora, dato che esistono tante forme fisiche e la polarità maschile/femminile prevede la presenza di due poli, cioè maschile e femminile appunto, significa che, per ogni forma fisica, deve esistere una forma fisica simile e complementare. Non può essere altrimenti, perché anche la forma è un pensiero, e quindi il pensiero di una qualsiasi forma fisica maschile deve per forza avere da qualche parte il suo pensiero simile e contrario, cioè il pensiero della forma fisica femminile.
Detto quindi che per forza le due polarità devono esistere da qualche parte nello spazio-tempo, dove si trova l'altra parte di ognuno di noi, cioè il pensiero della forma fisica complementare e simile? In sostanza, dove si trova quella che viene chiamata "anima gemella" o, per essere più corretti, forma gemella?
Non può che trovarsi qui dove siamo noi, cioè sullo stesso piano di realtà! E quindi sulla Terra! Perché? Perché se non fosse così non potrebbe avvenire una ascensione completa dello spazio-tempo, perché affinché ciò avvenga è necessario che tutte le polarità, a tutti i livelli vibrazionali, vengano unite. Ora, se esistiamo qui in terza dimensione con una forma, significa che rappresentiamo un pensiero di terza dimensione. Ma ognuno di noi, essendo maschio o femmina, rappresenta una polarità. E dato che l'integrazione delle polarità di ogni pensiero deve avvenire dal punto più basso e distorto affinché l'ascensione sia completa, allora questo significa che su questo piano di realtà in cui viviamo da qualche parte c'è la nostra forma gemella! O comunque c'è stata finché entrambi erano in vita.
Quindi tutte le persone presenti oggi sul pianeta hanno o hanno avuto in questa vita la loro forma gemella qui sul pianeta. Nessuna persona esclusa. Il problema sta nel comprendere chi è la propria forma gemella, e non sempre si capisce al primo incontro. Perché?
Perché i pensieri che ognuno ha dentro di sé tendono a far vivere una realtà piuttosto che un'altra. E quindi tendono ad attirare certe persone piuttosto che altre. Solo nel momento in cui due persone hanno pensieri in comune, si incontreranno. E più pensieri in comune hanno, e più staranno vicini perché simile attira simile.
Questo vale anche per le proprie forme gemelle. Si attirano a sé solo quando si comincia ad avere con loro dei pensieri in comune, e ciò può avvenire solo se si rimane tendenzialmente allo stesso livello di evoluzione. Se uno dei due rimane più indietro, allora l'unione potrebbe ritardare, ma prima o poi avverrà, dato che siamo tutti qui per ascendere in modo completo ed integrato. E quindi integrare tutte le polarità, comprese quelle delle forme fisiche maschile/femminile.
I pensieri esistenti nello spazio-tempo sono quasi infiniti in numero. Man mano che si evolve, si incorporano e si integrano sempre più pensieri. E' normale quindi che più due forme hanno un livello evolutivo simile, e più è probabile che abbiano pensieri in comune.
Naturale che l'amore che c'è tra due forme gemelle non è paragonabile ad un amore tra due persone che sono assieme solo per affinità di certi pensieri (cioè in sostanza perché c'è karma tra loro). E'un qualcosa di puro, e che per questo non tramonterà mai, fintantoché si rimarrà nella forma.
Il karma può essere quindi visto come il numero di pensieri che due forme hanno in comune. Maggiore è il numero di pensieri in comune, maggiore è il karma. Quindi abbiamo karma con tutto ciò e tutti coloro con cui siamo in contatto, altrimenti non ci attireremmo l'un l'altro. Se non c'è karma, non ci si attira.
Le forme gemelle sono quindi quelle forme che, se c'è evoluzione, più passa il tempo e più hanno karma cioè pensieri in comune tra loro! Il karma può essere positivo o negativo, cioè relativo a pensieri di unità o separazione. Quelli di separazione (quindi karma negativo) comprendono sia pensieri polarizzati da trascendere, sia le distorsioni estreme di tali pensieri polarizzati (pensieri di super-luce e di super-distruzione).
Possiamo dire che, tra diversi esseri, esiste karma positivo quando i pensieri in comune sono pensieri di unità. Esiste karma negativo quando i pensieri in comune sono pensieri polarizzati ancora da trascendere. Esiste infine quello che possiamo chiamare "karma distorto" relativo ai pensieri estremi di super-luce e di super-distruzione. Distorto come sinonimo di non equilibrato.
Infatti il karma positivo e quello negativo rappresentano il karma naturale, cioè il karma che dovrebbe esistere in una realtà spazio-temporale non distorta. A causa invece della distorsione dello stampo energetico puro iniziale (magnetico) in altri stampi energetici (elettrico e radioattivo), si è creato un altro tipo di karma, cioè un tipo di attrazione di pensieri, che possiamo definire distorto.
L'energia elettrica crea una distorsione di pensiero di primo grado, l'energia radioattiva crea una distorsione di pensiero di secondo grado. Cioè l'energia radioattiva indica una distorsione di pensiero ancora superiore a quella elettrica. Se quella elettrica crea pensieri sia di super-luce che di super-distruzione, quella radioattiva crea solo pensieri di super-distruzione.
Torniamo ora alle forme gemelle.
Che dire delle persone che muoiono e moriranno? Se anche loro hanno la loro forma gemella qui, la lasciano sola? Che senso avrebbe?
Infatti non avrebbe alcun senso. Ciò significa che le persone che muoiono e moriranno o non hanno più qui sulla Terra la loro forma gemella, e ciò significa che non sono qui per ascendere in modo completo e puro, oppure la lasciano qui ma presto se ne partirà anche quella che rimane, dato che non può ascendere in modo completo da sola.
Quindi molti di noi hanno qui sulla Terra la nostra forma gemella. Per alcuni sarà già al proprio fianco, per altri no. E se si intende (e quindi si ha il desiderio) di ascendere in questa vita, allora sicuramente significa che la propria forma gemella è qui, ed al momento opportuno vi unirete. Quando avverrà, significa che si sarà pronti ad una vera relazione di coppia.
Cos'è quindi l'amore nella forma?
Non è altro che l'attrazione reciproca dovuta alla comunanza di pensieri a livello biologico delle due forme che le attrae una all'altra. Quindi non è possibile che, in un rapporto tra due persone, una persona sia innamorata e l'altra no! Perché se si attraggono significa che entrambe hanno gli stessi pensieri dentro di loro.
Allora perché succede che spesso una persona si innamora e l'altro/a no?
Perché non lo percepiscono.

E perché non lo percepiscono?
Perché probabilmente l'innamorato ha meno pensieri in comune con questa persona di qualcun altro. Cioè se Antonio si innamora di Silvia, significa che hanno dei pensieri in comune che li attraggono, e Silvia dovrebbe sentire la stessa cosa a meno che non ci sia un terzo o più terzi, mettiamo Paolo, che ha più pensieri in comune con Silvia di quanti ne abbia Antonio. E quindi Silvia si sentirà più attratta da Paolo che da Antonio. E quindi Silvia sarà più innamorata di Paolo che di Antonio. E se Antonio è innamorato di Silvia significa che Silvia è la persona dell'altro sesso con la quale ha più pensieri in comune in quel momento.
Cosa significa questo?
Significa che per forza tutti siamo innamorati di qualcuno in ogni momento della nostra vita. Perché c'è sempre una persona dell'altro sesso con la quale condividiamo più pensieri rispetto ad altri! L'amore è alla base della vita di tutti noi e di ogni particella dello spazio-tempo. Perché Dio è amore! Ed ha creato uno spazio-tempo che si basa proprio sulla sua essenza, cioè sull'amore.

Cosa sono quindi le emozioni?
Non sono altro che l'espressione fisica dell'amore.
Capite quindi come l'amore sia un concetto puramente biologico? E quindi di attrazione fisica? I pensieri sono biologici nella forma, e quindi pensieri ( e quindi forme) simili si attraggono.
E' possibile che forme dello stesso sesso si attraggano. E' un fatto normale, che può accadere, e come qualsiasi cosa dipende dai pensieri che si hanno dentro. E questo, come già detto, dipende da quanto ci si lascia influenzare dalle proprie convinzioni, dai pensieri dei propri antenati, dei propri sé di altre dimensioni o vite parallele, della società, della scuola, della famiglia ecc.
Di certo comunque l'amore è amore, qualsiasi sia il sesso di due persone.
Nella realtà spazio-temporale, dove esiste la polarizzazione di pensiero, simile attira simile. I poli abbiamo detto essere infatti simili e complementari. Se simile attira simile, allora anche persone che condividono il pensiero dell'attrazione per le persone dello stesso sesso, si attireranno tra loro, accentuando i pensieri che hanno in comune.
Che dire dell'amore a prima vista?
Dato che pensieri simili si attraggono, e ciò avviene con il tempo ed in modo graduale, non è possibile che due persone si attraggano per la prima volta quando hanno molti pensieri in comune. E quindi non può esserci un vero amore a prima vista. Quello che può succedere è di avere come pensiero un certo stereotipo di partner o persona dell'altro sesso in generale (dovuto alla cultura, all'istruzione, ai media o ad altro) e che questo valga per entrambi, dato che tale pensiero non sarebbe venuto a galla se uno dei due non avesse avuto in sé tale pensiero. In tal caso può esservi una sorta di "amore a prima vista", o meglio una fantasia sul partner ideale.
Che dire invece dell'amore platonico? Cioè di un amore non fisico?
  L'amore non fisico non è amore, è solo una comunanza di pensieri non così forte basata su fantasie di partner ideale. Più forte è la comunanza di pensieri, e più forte è l'attrazione fisica. Se non c'è attrazione fisica, significa che non c'è una forte comunanza di pensieri, e quindi sintonia.
Ecco perché il vero amore tra forme gemelle è lento. Perché inizialmente ci si attrae perché si hanno pochi pensieri in comune, e man mano che i pensieri in comune aumentano, l'attrazione è sempre maggiore.

Come si presenta, energeticamente parlando, una illusione a livello eterico?
Una illusione si ha quando si viene sedotti a pensare, dire o agire in un determinato modo. Per questo motivo l'Illusione è strettamente connessa alla Seduzione e quindi al 2° chakra, cioè al chakra della seduzione (alla base della colonna vertebrale). Sia etericamente sia fisicamente le illusioni creano problemi alla base della colonna vertebrale. Il corpo ci fa notare se abbiamo grandi illusioni in un determinato momento facendoci porre la nostra attenzione su quell'area, creandoci perciò dei dolori nella parte bassa della schiena.
L'Illusione non è altro che un uso distorto della Seduzione. E' una forma di seduzione non pura.

Da quello che ho capito le paure e le illusioni impediscono di capire se vi è o non vi è vero Amore. E' corretto?
Sì, esatto. Il processo ascensionale consiste proprio nel rilascio di tutte le paure e di tutte le illusioni, perché solo in tal modo possiamo vivere nell'Amore. Le paure e le illusioni rispettivamente impediscono di percepire il vero Amore e fanno vedere come Amore ciò che Amore non è.

Cosa significa esattamente anime gemelle? Significa forse che prima erano un'unica anima che si è divisa in due?
Due anime gemelle sono due anime identiche. Per questo si chiamano gemelle.
Non sono due parti di una stessa anima, ma sono la stessa anima che si è olograficamente divisa in due. Le anime, cioè la consapevolezza, non hanno sesso e non esiste quindi anima maschile e anima femminile.L'esperienza vissuta da una delle due anime gemelle (anche una lontano dall'altra) la vive olograficamente anche l'altra anima gemella.
Nel momento in cui un'anima si incarna sul piano fisico, si incarna contemporaneamente in una forma maschile ed in una femminile. E tale anima crea due forme che siano perfettamente complementari tra loro e che siano perfette l'una per l'altra.
Dato che praticamente mai due forme gemelle nascono contemporaneamente sul piano fisico, accade che la prima delle due forme gemelle che nasce incarna l'anima che poi, non appena la seconda forma gemella nasce, si divide olograficamente e si incarna anche nella seconda forma gemella dell'altro sesso.

Due forme gemelle sono anche dei genitori ideali. La loro relazione non morirà mai e ameranno i loro figli nel modo giusto, senza aspettative di alcun genere e lasciando loro la piena libertà.
Se siamo innamorati del fatto di amare una persona, dobbiamo capire che la magia che sperimentiamo a livello mentale, fisico e spirituale è assolutamente totale.
Non ci sarà mai tradimento fra loro perché sono appagati e felici insieme. Cos'altro potrebbero desiderare?

Purtroppo nella realtà attuale  sia l'uomo che la donna si cercano a vicenda solo per soddisfare i desideri carnali. Prevale solo l'aspetto genitale, legato alla riproduzione della Specie, mentre l'aspetto sessuale  puro (che è legato più al sentimento di amore) viene messo in ombra.
Molto spesso è un comportamento ereditario dovuto ad un karma che risale ai  nostri antenati.  Questo comportamento nel tempo porta a malattie nell'area del primo e del secondo chakra.
Questo appagamento rappresenta l'appagamento che manca con i genitori, con gli amici. Rappresenta il nemico!

E' possibile che durante la nostra crescita superiamo in evoluzione il nostro partner. E' possibile che una relazione appassionata venga trascesa e si trasformi in una relazione spirituale. E ciò non significa che c’è meno amore perché c'è meno copulazione. Anzi c'è maggiore sessualità , ma viene espressa su altri livelli.
Ci può essere una magia più grande in una relazione spirituale di quella che può esserci in un rapporto turbolento e lussurioso. Una tale relazione si trasforma in un amore che continua a dare attraverso tutta l'eternità. Questo è ciò che una relazione spirituale offre.

Se la nostra capacità di amare qualcuno va oltre il corpo fisico in cui quello Spirito dimora, allora non siamo veramente più di questo piano. Siamo parte di un reame invisibile che non si misura in base all'apparenza materiale.
    Quando nasce l’amore fra un uomo ed una donna avviene uno scambio reciproco di energia, a livello di corpi sottili emozionali e mentali, ed entrambe le persone si sentono piene di ottimismo e in forma smagliante. Questa è la sensazione eccitante dell’essere innamorati. Ma quando qualcuno si aspetta questa sensazione da un’altra persona, finisce per allontanarsi dalla propria energia interiore e dipende sempre più da quella del suo compagno o della sua compagna. In questo caso ci si blocca nella propria evoluzione, per colpa della dipendenza nei confronti di un’altra persona.

Possono infatti insorgere delle lotte di potere nell’ambito dei rapporti d’amore. Che cosa provochi la fine della gioia e dell’eccitazione è la conseguenza delle aspettative e della conseguente eccessiva dispersione d’energia a livello fisico da parte delle persone coinvolte, specialmente del maschio. Si finisce per fare del sesso fine a se stesso, senza un vero sentimento d'amore.
      Subentra allora la convinzione che non vi sia mai abbastanza energia, così il flusso s’interrompe e i due innamorati ricadono nel loro dramma infantile, cercando di controllarsi a vicenda per rubarsi l’energia. A questo punto la relazione degenera nella lotta per il potere (o per l’energia).

Di solito la gente presume che il fatto di essere amati conduca automaticamente alla felicità, mentre in realtà l’amore di un’altra persona porta al massimo un po’ di soddisfazione e alcuni momenti di felicità.
       La difficoltà di liberarsi del sentimento, o del pensiero di mancanza di amore, per se stessi diventa, in parecchi casi, un evento multidimensionale, che si trascina per molte vite.
I sentimenti ed i pensieri ripetuti più volte sono profondamente impressi nella nostra genetica. La codificazione di sentimenti/pensieri dell’attuale incarnazione è la più accessibile, nonché la più facile da trattare e ripulire.
    Attraverso la codificazione genetica l’anima che si incarna si munisce di un corpo fisico che sarà il veicolo adatto nello spazio-tempo. Gli avvenimenti della vita stimolano le emozioni che si è scelto di superare, sfide che lo mettono continuamente alla prova mediante eventi emotivi che vengono più volte ricreati. Tali sfide creano eventi di vita per l’anima incarnata fino a quando essa non capisce che non è più necessario continuare quel determinato gioco.
      L’amore umano è prevalentemente egoico, in quanto lega tramite le aspettative. L’amore umano dà, ma vuole sempre molto in cambio; esso tende sempre a legare l’altro, principalmente attraverso la gelosia e la possessività.

Attenti all’amore che vi appesantisce e che vi toglie la gioia: non fa parte del vero amore, dell’Amore Cosmico. La risposta è:

  • amo e sento che questo amore porta crescita in me.
  • amo e sento che questo amore porta consapevolezza in me
  • amo e sento che, amando faccio parte del Tutto.
  • amo e sento che questo mi dà la forza di affrontare quello che la vita mi porge.
  • amo e trovo in me la dolcezza dell’interscambio.
  • amo e sento la profondità di questa vibrazione

 

Autore: 1 1



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Articoli Recenti

PROBLEMI ALLA VISTA E POSTURA

I problemi alla vista e la postura

Sembrerebbe improbabile una correlazione fra denti e occhi, ma ricerche effettuate dimostrano il contrario. Un esempio classico è la capacità di accomodamento, ovvero la minima distanza di messa a fuoco di una matita. Fate questo semplice test.

Nella posizione eretta, con i piedi in posizione per voi comoda provate a vedere quanto riuscite ad avvicinare la matita al vostro naso senza far sdoppiare l'immagine e misurate la distanza fra naso e matita. Poi convergete il più possibile i piedi l'uno verso l'altro in modo da metterli in posizione per voi molto fastidiosa e riprovate: molti noteranno che non potranno avvicinare la matita come prima!

La contrazione muscolare anomala degli arti inferiori si è ripercossa per collegamento fra catene muscolari, fino ai muscoli oculari impedendone il normale funzionamento. In questi pazienti si può sospettare un affaticamento dei muscoli oculari indotto da alterazioni posturali

Si è visto che l'affaticamento alla visione e le forie, ovvero i piccoli strabismi compensati, risentono molto di tali contrazioni che possono benissimo essere indotte dal combaciamento dentale.

 

Se a ciò si aggiungoni i cosiddetti "torcicolli oculari" ossia atteggiamenti inclinati e/o ruotati del capo indotti dagli strabismi, ecco che il quadro si complica, ma soprattutto interagisce con i settori vicini, a.d esempio i denti e le cefalee

Gli occhi e la postura

Cosa c'entrano gli occhi con la postura?

C'entrano perché anche attraverso la vista il nostro cervello sa cosa è dritto e cosa è storto, e quindi quanto siamo dritti e quando siamo storti. In particolare il cervello confronta le informazioni visive che vengono dagli occhi con le informazioni che arrivano dai muscoli degli occhi, quindi quello che vediamo e la direzione del nostro sguardo. Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altre parti del corpo (muscoli, articolazioni, denti, orecchie, solo per citare le principali) servono appunto al cervello per capire quanto siamo dritti e quanto siamo storti e quindi, se necessario, mettere in atto delle manovre per correggere la postura. E' evidente quindi come sia importante controllare anche gli occhi quando siamo in presenza di una patologia posturale.

Come si fa?

Si fa una visita con un oculista o un ortottista che controllerà anche la situazione dei muscoli degli occhi e, soprattutto il loro rapporto con la postura.

Serve sempre fare un controllo visuo-posturale?

No, solo se il medico che sta valutando il nostro problema posturale avrà il sospetto che gli occhi possano avere un ruolo nella patologia.

E come fa a capirlo?

Con un test molto semplice: valuterà la nostra postura ad occhi aperti e ad occhi chiusi: normalmente la postura ad occhi chiusi peggiora, se dovesse migliorare si può sospettare che siamo in presenza di un problema del sistema visivo. In altre parole gli occhi, anziché migliorare il nostro assetto posturale lo disturbano.

E se c'è qualcosa che non va?

Allora l'oculista valuterà una eventuale modifica della correzione degli occhiali o, magari, ci consiglierà di fare qualche esercizio di ortottica: un po' di ginnastica per i muscoli degli occhi.

E chi porta gli occhiali?

Deve dirlo al medico che sta studiando la sua patologia posturale (e portare gli occhiali quando va a farsi visitare!). In questo modo sarà possibile effettuare la visita con e senza occhiali e valutare se questi ultimi possano condizionare il problema della postura.

I tra cardini da valutare per una postura corretta  sono gli occhi , l’occlusione e l’appoggio plantare , ragione per cui è sempre necessaria per una corretta valutazione una visita odontoiatrica  che valuti gnatologicamente  il corretto  bilanciamento delle arcate dentarie  durante la masticazione e non solo, ma anche una visita ortottica e posturale con attenzione alla dinamica dell'appoggio plantare



Gemelli con Pesci

Gemelli e Pesci danno vita ad una relazione basata su interessi comuni e affinità intellettuale





Categorie

itinerari
itinerari
antroposofia
antroposofia
attualitÓ
attualitÓ
animali
animali
scienza
scienza
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
tradizioni
tradizioni
pedagogia
pedagogia
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
medicina naturale
medicina naturale
vegan & co.
vegan & co.
salute
salute
artisti
artisti
io non ci sto
io non ci sto
misteri e paranormale
misteri e paranormale


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!