Faredelbene.net



alimentazione e benessere -> I semi dell'anguria si possono mangiare


I semi dell'anguria si possono mangiare




Apprezzati o meno, i semi dell'anguria fanno un gran bene.

L'anguria è il frutto dell'estate, buona, rossa e dissetante; non solo la mascotte di Expo.
Peccato per quei semini maledetti! C'è chi è in grado di scandagliare tutta la polpa prima di mangiarla: complimenti per la pazienza.
Poi c'è qualcuno della scuola "crescono le piante nella pancia"... e pensare che io non riesco nemmeno a farle crescere sul balcone!
 
I semi dell'anguria, apprezzati o meno, fanno un gran bene. Sono ricchissimi non solo della fibra che fa far loro rumore sotto i denti, ma anche di quei celebri antiossidanti richiestissimi in farmacia, in erboristeria e nei supermercati. Mangiando l'anguria a occhi chiusi, sono compresi nel prezzo... e non è tutto.
 

I semini di anguria sono ricchissimi di proteine: 100 grammi di semini ne contengono circa 35 grammi (più che nella stessa quantità, ad esempio, di carne).

 
E sappiamo che la quota proteica è di aiuto all'interno del frutto: ne riduce infatti l'impatto glicemico già molto basso e permette uno spuntino o un fine pasto ancora più sereno.
I semini sono inoltre ricchi di grassi poli-insaturi; di quelli, per intendersi, che abbassano il colesterolo, il rischio cardiovascolare e l'iperattivazione del sistema immunitario (perfetti per persone che soffrono di allergia, asma, autoimmunità...).
L'estratto di semi d'anguria si è peraltro rivelato avere un'efficacia non troppo lontana dai classici farmaci antiulcera, in uno studio condotto su topini stressati.
Come se ciò non bastasse, le potenziali future anguriette contengono una buona quantità di vitamine del gruppo B, che fanno bene al fegato, e un mucchio di altri minerali.
I semi sono pieni di zinco, magnesio, manganese, fosforo, potassio, rame. Praticamente si tratta di piccoli integratori nascosti, perfetti per sopportare il caldo ed evitare di ammalarsi con l'aria condizionata: oltre a lavorare sul sistema immunitario e sul potenziamento delle difese antiossidanti, alcuni dei minerali citati mantengono modulata la pressione arteriosa e reintegrano ciò che viene perso col sudore.
 
Il caso del ferro è interessante: l'anguria contiene una buona quota di vitamina C, così che qualora i semi vengano mangiati insieme alla polpa, il suo assorbimento sarà facilitato (il ferro si assorbe meglio quando è assunto insieme a dell'acido ascorbico).
Insomma, i semini dell'anguria sono talmente pieni di qualità che in qualche modo vanno sfruttati. Personalmente non ho mai avuto alcun problema a masticarli insieme al resto frutto, ma se proprio l'idea non vi aggrada, è possibile anche tenerli da parte, lasciarli seccare, e mangiarli separatamente, come fossero, ad esempio, semi di girasole, di lino o di zucca.
 
 
Michela Speciani
Redazione Eurosalus
 
 
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

misteri e paranormale
misteri e paranormale
significato dei colori
significato dei colori
ecologia e pianeta terra
ecologia e pianeta terra
scuola
scuola
astrologia
astrologia
io non ci sto
io non ci sto
autismo
autismo
fisica quantistica
fisica quantistica
coppia
coppia
scienza
scienza
riflessioni
riflessioni
pedagogia
pedagogia
libri e recensioni
libri e recensioni
animali
animali
simboli e archetipi
simboli e archetipi


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!