Faredelbene.net



alimentazione e benessere -> Come ridurre l'accumulo di grassi con il Pu'er


Come ridurre l'accumulo di grassi con il Pu'er




Si chiama Pu'er, appartiene alla famiglia dei te rossi, è un potente depurativo, aiuta il fegato ed evita la formazione del grasso molle: non resta che provarlo!

“Terra bagnata da pioggia recente”: con quest’espressione evocativa e poetica viene definito in Cina il sapore del tè Pu’er o Pu erh: si tratta di un’antica varietà di tè post fermentato, che viene prodotto utilizzando una varietà che cresce nel Sud-est della Cina. Il tè Pu’er rappresenta una categoria di tè molto particolare: in Europa è conosciuto come tè rosso per il suo colore scuro, mentre in Oriente le sue virtù salutistiche, tanto decantate già dalla dinastia Tang, sono note da secoli; oggi l’azione curativa e dimagrante del tè Pu’er è stata confermata dai diversi studi svolti in Francia e in Giappone: secondo queste ricerche
 

il Pu’er regola il livello di zuccheri nel sangue, elimina le tossine che si trasformano in adipe, facilita la digestione, ha virtù antinfiammatorie, ma soprattutto interviene sul metabolismo del fegato, aiutando il corpo ad assimilare meno grassi.

 
Perché il te Pu'er fa dimagrire
Bere regolarmente il tè Pu’er significa aiutare il fegato a sintetizzare meglio i grassi introdotti con l’alimentazione, evitando che si accumulino nel corpo sotto forma di adipe. Inoltre questa bevanda, soprattutto se assunta tiepida o calda durante i pasti e al posto del caffè nella colazione del mattino, regolarizza le secrezioni gastriche e ripulisce anche l’intestino: in questo modo ti alzi da tavola con una sensazione di leggerezza e di sazietà che ti accompagnerà per molte ore dopo aver terminato di mangiare.
 
Va bevuto senza zucchero!
Proprio per il suo aroma intenso e avvolgente, il tè Pu’er va bevuto senza essere dolcificato: lo zucchero ne annulla le virtù depurative e snellenti.
 
Con due tazze per un mese, vedrete che risultati
Per favorire la perdita di peso, l’ideale è bere regolarmente il tè Pu’er, nella dose di almeno 2 tazze al giorno (preferibilmente durante i pasti) per un periodo non inferiore a un mese. Essendo un tè molto concentrato, la bustina va fatta bollire per 1 solo minuto e può essere riutilizzata per 2-3 volte.
 
Il tè Pu’er è anche un ottimo ingrediente per cucinare. Ad esempio, puoi trasformarlo in una crema dolce abbinandolo ai fiocchi d’avena, che hanno un’ottima azione rassodante e bruciagrassi. Per due persone, scalda un cucchiaio di olio di girasole in una pentola. Aggiungi una tazza di fiocchi d’avena, mescolandoli per qualche minuto. Versa 2 tazze di tè Pu’er e una tazza d’acqua, una manciata di uvetta e la buccia grattugiata di un limone biologico e porta a ebollizione; quando bolle, abbassa la fiamma, metti il coperchio e lascia cuocere per 5 minuti. Versa nelle coppette da dolce e servi tiepido.
Referral ID: 1248



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

medicina naturale
medicina naturale
significato sogni
significato sogni
scuola
scuola
bonus e incentivi
bonus e incentivi
attualit
attualit
io non ci sto
io non ci sto
cucina
cucina
Vini e dintorni
Vini e dintorni
autismo
autismo
simboli e archetipi
simboli e archetipi
sesso
sesso
psicologia
psicologia
filosofia
filosofia
beneficenza
beneficenza
scienza
scienza


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!