Faredelbene.net



alimentazione e benessere -> Dieci regole per la salute del tuo fegato


Dieci regole per la salute del tuo fegato




Dieci regole per la salute del tuo fegato, soprattutto per le feste

L'AISF, l'Associazione Italiana per lo Studio del Fegato che riunisce i maggiori specialisti italiani di malattie del fegato, nel quadro di una consolidata collaborazione con i cittadini per ridurre l'incidenza delle patologie epatiche in Italia ha voluto redigere un nuovo decalogo, studiato appositamente per salvaguardare la salute del fegato anche durante le Feste natalizie e di fine anno.

Dieci regole per la salute del tuo fegato

1. Mantieni delle corrette abitudini di vita. Fai attenzione allo stato di igiene di quello che mangi, particolarmente quando sei fuori casa ed in viaggio. L'epatite A si trasmette per via oro-fecale, cioè tramite bevande ed alimenti infetti come frutti di mare, verdure ed acqua. Stai attento a quando utilizzi forbicine e rasoi ed altri strumenti appuntiti in comune con persone che non conosci: le epatiti B e C si trasmettono attraverso il sangue di un soggetto infetto. Avvertenza per tutti ma soprattutto per i bambini: non toccate MAI aghi o siringhe abbandonate, possono essere fonte di infezione!

2. Adotta uno stile di vita che preveda un'alimentazione corretta ed una regolare attività fisica. Una dieta sana ed equilibrata contribuisce a mantenersi in forma ed a mantenere il fegato sano. Calcola che circa 4.000-8.000 casi annui di cirrosi epatica sono legati a diabete, obesità, dislipidemia che inducono accumulo di grasso nel fegato. Approfitta delle vacanze natalizie di fine anno per dedicare un po' di tempo all'attività fisica. Dedica un'ora e mezza del tuo tempo giornaliero ad una camminata a passo svelto (come se dovessi prendere il treno e fossi in ritardo). Non rinunciare a nulla durante i pranzi o le cene in famiglia, ma il giorno dopo limitati a pasti leggeri a base di legumi, verdura e frutta fresca. Al termine del periodo natalizio, riduci quanto puoi cibi grassi o fritti. Nel caso di una malattia cronica del fegato, inoltre, lo stile di vita ed il controllo degli eccessi alimentari concorrono a limitarne l'evoluzione ed a migliorare le risposte alle terapie. Se hai una malattia del fegato NON assumere alcolici di nessun tipo.

3. Dieta equilibrata e controllo del peso corporeo. Se stai seguendo una dieta specifica, chiedi al tuo medico come regolarti in vista dei pranzi natalizi. Il giorno dopo un abbondante pranzo o cena, non digiunare! Fai attività fisica, bevi molto e mangia alimenti ricchi in fibra. Se hai problemi di metabolismo (obesità, alti livelli di trigliceridi e/o colesterolo, diabete), controlla i parametri del tuo fegato (le transaminasi). Queste condizioni possono far accumulare grasso nel fegato ed indurre infiammazione (steatoepatite), che costituisce la base di una possibile malattia evolutiva del fegato.

4. Puoi fare un uso moderato di vino e bevande alcoliche, ma solo se non sei affetto da malattie del fegato. Un bicchiere di vino o birra a pasto non pone problemi, salvo restrizioni in caso di epatopatie o di altre patologie e in particolari condizioni (vedi punto 2). Ma attenzione a non assumere MAI assieme alcolici e farmaci, la loro combinazione può essere molto tossica per il fegato!

5. Stai attento ai farmaci che assumi. Non abusare nell'uso dei farmaci e non andare oltre le dosi indicate dal tuo medico o suggerite nel foglietto illustrativo: tutti i farmaci passano attraverso il fegato e - se in eccesso - potrebbero essere dannosi. Non mischiare MAI differenti farmaci senza il consiglio di un medico. Non fidarti mai di quello che ti viene consigliato da personale non medico, in erboristeria per esempio. I preparati a base di erbe possono contenere prodotti dotati di vera e propria attività farmacologia che possono indurre epatiti acute anche fulminanti e mortali. Chiedi sempre consiglio al tuo Medico.

6. NON assumere droghe di nessun tipo. Il rischio è molteplice: se vengono assunte droghe sintetiche possono provocare danni permanenti al fegato, a causa della loro elevata tossicità. Inoltre, se avviene uno scambio di siringhe è possibile contrarre l'epatite B e C o anche il virus dell'immmunodeficienza umana (HIV) che può aggravare molte malattie di fegato. Fai attenzione a non mischiare MAI droghe e alcol: la loro combinazione può essere letale per il tuo fegato (e quindi per te!). Fai attenzione quando ti sottoponi a piercing e tatuaggi. In estate spesso si presenta l'occasione per queste iniziative: ricorda che moltissime infezioni si trasmettono quando piercing e tatuaggi vengono realizzati con strumenti non sterilizzati. Controlla che chi esegue il tatuaggio o il piercing utilizzi strumenti monouso e sterili, in un ambiente pulito e non improvvisato.
7. Non guidare MAI dopo aver bevuto alcolici. È facile nel periodo delle feste eccedere in cibi e bevande. Quantità anche minime di alcol riducono le tue capacità di reazione e ti fanno sottovalutare i pericoli e l' alta velocità. Mischiare bevande alcoliche o energetiche, anche in quantità ridotte, può avere effetti devastanti. Se devi guidare, non bere alcol!

8. Evita rapporti sessuali a rischio non protetti. Le malattie a trasmissione sessuale sono molte: tra queste è inclusa l'epatite B. Ricordati che anche l' HIV si può trasmettere per via sessuale e può contribuire a gravi danni al fegato, soprattutto se hai già contratto l' epatite B o l' epatite C. Usa il profilattico nei rapporti a rischio.

9. Vaccinati contro l'epatite B e contro l'epatite A. Dal 1991 la vaccinazione contro il virus B è obbligatoria per i bambini: chi ha meno di 25 anni ed è stato regolarmente vaccinato è già immunizzato. Tutti i soggetti a rischio (tossicodipendenti, operatori sanitari, partner di soggetti HIV positivi) dovrebbero vaccinarsi. Nel caso dell'epatite A - se non si è già immunizzati per un'infezione precedentemente contratta - è opportuno vaccinarsi in caso di viaggi o di permanenza in Paesi esotici ed, in generale, in aree endemiche (questo vale, in particolare, per i soggetti già affetti da malattie epatiche croniche). Chiedi comunque consiglio agli uffici competenti della tua Azienda Sanitaria, anche l' epatite A può essere (raramente) grave e mortale.

10. Esegui controlli periodici del tuo sangue. Tramite gli esami ematologici è possibile controllare il livello di alcune sostanze presenti nel sangue - gli enzimi epatici - che rivelano lo stato di salute del tuo fegato. Tra essi, le transaminasi (specie le GPT) hanno un grande valore nell'identificare una sofferenza del fegato, La maggior parte delle malattie epatiche, in particolare le forme croniche, sono asintomatiche, per cui chi ne soffre spesso non se ne accorge. Questi esami aiutano a tenere sotto controllo lo stato di salute del fegato!!

Autore: 1406 1406



Ti piace il nostro sito ?

Ricevi gratuitamente gli articoli più belli via mail. Ci impegneremo ogni giorno per farvi conoscere notizie interessanti!

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!


MisterDomain.EU

Categorie

autismo
autismo
lavori creativi
lavori creativi
scuola
scuola
donna
donna
musica
musica
spiritualit ed esoterismo
spiritualit ed esoterismo
animali
animali
news
news
numerologia
numerologia
astronomia
astronomia
medicina naturale
medicina naturale
scomode verit
scomode verit
miti e leggende
miti e leggende
meditazione e preghiera
meditazione e preghiera
attualit
attualit


design & developed by impulsiva.net
All Right is Reserved © faredelbene.net - Condizioni Privacy - Obiettivi
 
 

Non mostrare piú / Sono gia iscritto

Ti piace il nostro sito ?

Indirizzo E-mail

Voglio ricevere la mail*

Ogni Giorno

Ogni Settimana

Ogni Mese

Interesse specifico?

Acconsento al trattamento dati *
Acconsento invio pubblicità*

* = campo richiesto!